Parla il padre di Massimo Tartaglia: ''Votiamo Pd, ma mai odio a Berlusconi''

Parla il padre di Massimo Tartaglia: ''Votiamo Pd, ma mai odio a Berlusconi''

Parla il padre di Massimo Tartaglia: ''Votiamo Pd, ma mai odio a Berlusconi''

MILANO - Massimo Tartaglia, il 42enne che domenica sera ha aggredito con un souvenir a forma di Duomo il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi al termine del comizio in piazza Duomo a Milano, è stato formalmente arrestato durante l'interrogatorio tenuto in questura. Le accuse sono di lesioni pluriaggravate dalla qualifica di pubblico ufficiale della parte offesa e dalla premeditazione. In tasca è stato trovato in possesso di un altro souvenir, un piccolo crocifisso.

 

Inoltre aveva una bomboletta di spray urticante al peperoncino.  Tartaglia non sarebbe legato a nessuna organizzazione antagonista conosciuta. In base alla dinamica dei fatti gli investigatori ipotizzano più un gesto isolato che un tentativo di aggressione organizzato. L'uomo lavora come grafico nella ditta del padre e, secondo quanto si è appreso, conduce una vita sociale normale. 

 

"Io, mio figlio, la mia famiglia, abbiamo sempre votato Pd, ma nessuno di noi ha mai avuto odio per Berlusconi", ha affermato Alessandro Tartaglia, il padre di Massimo, ai cronisti che gli hanno rivolto alcune domande attraverso il citofono. Il padre ha accettato di parlare brevemente, dopo che carabinieri e digos hanno terminato la perquisizione in casa. "Massimo è una persona psicolabile, ma non ha mai fatto del male a nessuno", ha mormorato il padre sconvolto.

 

"Anzi lui non ha mai fatto neppure politica attiva, è un volontario del Wwf". Il padre dell'aggressore ha spiegato che il figlio è uscito da casa verso le 11, dicendo di andare a trovare un'amica. "Se avessi saputo cosa sarebbe accaduto avrei provato a farlo desistere - ha detto il padre - Penso che questo episodio sia maturato dal clima negativo che sta montando in Italia". "In casa nostra abbiamo sempre commentato quello che succede in politica", ha aggiunto il signor Tartaglia. "Ma nessuno, e tanto meno mio figlio, ha mai mostrato un'esasperazione particolare", ha concluso.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -