PARMA - A Mezzani l’album di famiglia di Enrico Benassi

PARMA - A Mezzani l’album di famiglia di Enrico Benassi

PARMA - Una mostra e una galleria fotografica nel trentennale della morte, per rendere omaggio a un pittore straordinariamente legato alla sua terra: un nome, quello di Enrico Benassi, noto in Italia e all’estero per le sue meravigliose composizioni, per le sue danze dei colori, per le sue fusioni di reale e onirico in impasti di grande fascino. È quanto il Comune di Mezzani, la Provincia di Parma e la famiglia Benassi propongono con “Album di famiglia”, che si aprirà sabato 23 febbraio alla Sala Don Bernini di Mezzani. L’esposizione si compone di dipinti selezionati soprattutto tra quelli a tema familiare, e si affianca a un catalogo (curato come la mostra da Marzio Dall’Acqua) che oltre ai dipinti raccoglie numerose foto di famiglia. Tutti i 32 quadri esposti provengono dalla collezione privata dei discendenti del pittore, mentre l'album fotografico è stato realizzato grazie ai documenti raccolti tra i discendenti della famiglia Benassi.


La mostra sarà aperta dal 23 febbraio al 16 marzo. Il 23 alle 16,30 l’inaugurazione, nel corso della quale sarà presentato il volume di Marzio Dall’Acqua “Album di famiglia. L’eredità secolare di Enrico Benassi pittore” edito per l'occasione.


“Enrico Benassi rappresenta un pezzo della nostra storia artistica. Ci è sembrato importante riportarlo all’attenzione pubblica con questa iniziativa: è un modo per rendergli onore”, ha detto oggi in Provincia il presidente Vincenzo Bernazzoli, che ha sottolineato il grande estro del pittore e il suo legame con la sua terra: “Benassi viene da un territorio particolare, la Bassa rivierasca, che ha prodotto talenti in diversi campi: sicuramente c’è una magia del luogo, che ha incoraggiato queste espressioni creative. Ancora oggi noi siamo impegnati affinché questo tratto caratteristico del nostro territorio non perda le peculiarità che ne hanno fatto un luogo straordinario e sempre più apprezzato”.


“Il Comune ha voluto rendere omaggio all’artista più famoso di Mezzani – ha aggiunto il sindaco Meuccio Berselliperché riteniamo importante, tanto più in questo momento, ricordarci da dove veniamo. Benassi spesso ricorda i luoghi della sua infanzia, e ci ha lasciato una testimonianza molto significativa del nostro territorio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Particolarmente emozionati e soddisfatti i membri della famiglia Benassi. “Nelle fotografie del catalogo abbiamo raccolto la storia della nostra famiglia, con testimonianze che risalgono al 1885. Anche i dipinti di mio padre, comunque, compongono un album di famiglia: vi si vedono spesso scene familiari e vi trovano posto anche i balli, la gioia, le feste tipiche della Bassa”, ha spiegato Antonio Benassi, figlio di Enrico, curatore dell'archivio artistico del pittore. “Speriamo in questo modo di dare un piccolo contributo alla salvaguardia del nostro patrimonio culturale”, ha osservato Eleonora Benassi, pronipote del pittore. “Per me questa mostra è l’occasione per scoprire Enrico Benassi come pittore e come bisnonno: in questo modo mi accosto a lui da un punto di vista artistico e personale, e attraverso le sue opere posso riscoprire aspetti e atmosfere della mia famiglia che non ho vissuto direttamente”.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -