Parma: Blues, torna il “Rootsway - Roots & Blues Food Festival”

Parma: Blues, torna il “Rootsway - Roots & Blues Food Festival”

PARMA - Dal 13 giugno al 12 luglio torna il Blues nella "Bassa" parmense. Il "Rootsway - Roots ‘n' Blues & Food Festival", ideato e organizzato dall'Associazione Roots ‘n' Blues di Parma e promosso dalla Provincia con il contributo di Fondazione Cariparma e Regione, tornerà ad allietare le serate dei tanti affezionati fans della "musica del diavolo" e non solo.


Undici serate di concerti, tre serate di selezione IBC (International Blues Challenge), due mostre fotografiche e una convention europea. Questi i numeri della quarta edizione del festival, una delle rassegne blues più importanti d'Europa, che si svolgerà in sette comuni della "Bassa" parmense. La "musica delle radici" americana sarà al centro della manifestazione, nata con lo scopo di ricreare le tipiche atmosfere di inizio Novecento. Allora nelle aie contadine del Sud degli Stati Uniti le persone si riunivano per mangiare, cantare e ballare in amicizia, tutti insieme, pubblico e artisti. Questo è lo spirito che contraddistingue l'iniziativa. Mentre il Po scorre placido, musica e cibo genuino, cucinato con passione dai volontari delle varie pro-loco, contribuiranno a rendere le serate quanto più possibile piacevoli, come nelle precedenti edizioni.

 

Oltre a trovare spazio nelle corti agricole, gli eventi (tutti ad ingresso gratuito con inizio alle 20 con apertura delle cucine) si terranno in altre ambientazioni suggestive, come piazze e aree naturalistiche situate lungo il Po, dove ci sarà occasione anche di degustare prodotti tipici della Strada del Culatello di Zibello e della cucina americana nella tipica tradizione del Mississippi (bistecca di bisonte, gamberi e "cono americano": fritti misti con verdure, pollo piccante, formaggio).

La rassegna fa parte del ricco palinsesto estivo Estate Fuori Città, organizzato dalla Provincia di Parma con il supporto della Fondazione Cariparma e della Regione Emilia Romagna e la collaborazione di Enti e Associazioni locali.

 

"Questa manifestazione è iniziata quattro anni fa come un esperimento. Tutti insieme avevamo pensato di portare il blues in un luogo un po' inusuale come la golena del Po, scommettendo che la radice di questa musica potesse trovare nelle terre del Po un'ambientazione ideale: così è stato, e il successo di questi anni ne è la migliore testimonianza", ha detto nella presentazione di oggi in Provincia il presidente Vincenzo Bernazzoli, che ha sottolineato il "gioco di squadra" come uno degli elementi vincenti dell'iniziativa: Associazione Roots ‘n' Blues, Provincia, Comuni, Fondazione Cariparma, associazioni, volontariato, tutti insieme per il blues nella Bassa. "La musica è l'elemento centrale della rassegna, conosciuta in tutto il mondo, ma questa manifestazione - ha aggiunto Bernazzoli - rappresenta anche un contributo forte per la valorizzazione del nostro territorio. Questa è la nostra scommessa, e il nostro modo di vedere la valorizzazione del territorio: cogliendone le caratteristiche e le potenzialità e facendo sì che ognuna delle sue parti possa dare un contributo importante".

 

Di "scommessa vinta" hanno parlato anche Marco Antonioli, assessore alla Cultura del Comune di Roccabianca, e Alberto Padovani, assessore alla Cultura di Colorno, che hanno confermato il piano sostegno all'iniziativa. "Il cartellone di quest'anno è veramente strepitoso: abbiamo grandi leggende del blues, un sogno come i North Mississippi Allstars, che abbiamo corteggiato a lungo, e tantissimi italiani", ha spiegato il presidente dell'Associazione Roots ‘n' Blues di Parma Andrea Pastori, che ha ricordato anche la prima convention europea del Blues (20 e 21 giugno a Salsomaggiore): "Ci saranno gli organizzatori dei più grandi festival europei. Da parte nostra c'è grande soddisfazione per essere stati scelti per questa prima edizione; anticipiamo così città come Parigi o Amburgo".

 

Tra gli eventi collaterali, anche due mostre fotografiche. Alla Reggia di Colorno dal 7 giugno al 13 luglio  "Un Po di Blues", a cura di Color's light e GP Bluesboy: "Sono le immagini delle rassegne di questi anni. È un po' una restituzione - ha spiegato Alberto Padovani - di quello che è stato fatto fin qui". Nella Rocca dei Rossi di San Secondo, invece, dal 22 giugno al 13 luglio, "La Terra del Blues" di Vilma Ricci e Giovanni Grilli: "Una mostra - ha detto Giovanni Grilli - che vuole essere un ponte culturale tra il Po e il Missisippi: abbiamo voluto raccontare per immagini le terre in cui il blues è nato e vive".


Tutti i concerti

A salire sul palco saranno alcune delle migliori band di questo genere musicale, provenienti principalmente dagli Stati Uniti, che creeranno per circa un mese un filo rosso tra Po e Mississippi. Il festival s'inaugurerà venerdì 13 e sabato 14 giugno a Gramignazzo di Sissa con la Gnola Band e la Kenny Brown Band nella prima serata, mentre nella seconda sarà la volta di Adolphus Bell e di Spencer Bohren & The Tremors.

 

Il weekend successivo, 20 e 21 giugno, alla Corte Le Giare di Ragazzola (Roccabianca) si esibiranno il venerdì Follon Brown, Olga Munding & Papa Leg e Delta Moon e il sabato quattro gruppi: Johnny La Rosa & His Band, David Evans, Omar & The Howlers e North Mississippi Allstars. Domenica 22 giugno alla Rocca dei Rossi di San Secondo saranno protagonisti Little Paul Venturi & Andreino Cocco e, a seguire, David Evans, il più grande etnomusicologo vivente.

 

Il fine settimana successivo (il 27 e il 28) ci si sposterà alla zona porto di Polesine Parmense per seguire il venerdì il sound di Big Fat Mama, Lionel Young (vincitore dell'IBC 2008) ed Eric Deaton Trio; sabato invece saranno di scena Family Style e Jimbo Mathus Band. Il primo weekend di luglio si esibiranno nella piazza di Zibello venerdì 4 Nalle Trio e Jimmy Duck Holmes, mentre Bert Deivert & Janne Zander e Watermelon Slim & the Workers suoneranno sabato 5. L'ultima tappa del festival, venerdì 11 e sabato 12 luglio, si terrà al Podere La Bertazza a Diolo di Soragna, aperto al pubblico proprio per l'occasione: venerdì 11 si ascolteranno Dr. Larry & Zydeco Hogs e Robert Bilbo Walker; sabato 12 invece sarà la volta di Delta Highway e Hazmat Modine, che chiuderanno l'edizione 2008 della manifestazione blues parmense.


Gli eventi collaterali

Tanti gli eventi collaterali che ruoteranno attorno alla kermesse. Tra questi le selezioni per una band italiana che possa rappresentare l'associazione "Roots and Blues" di Parma all'edizione 2009 dell'International Blues Challenge di Memphis: i concerti si svolgeranno per tre giovedì, il 19, il 26 giugno e il 3 luglio, al porto di Sacca di Colorno con 3 o 4 esibizioni per sera. Saranno inoltre allestite due mostre fotografiche a tema: "Un Po di Blues", a cura di Color's light e GP Bluesboy (nella Reggia di Colorno dal 7 giugno al 13 luglio 2008) e "La Terra del Blues" di Vilma Ricci e Giovanni Grilli (nella Rocca dei Rossi di San Secondo dal 22 giugno al 13 luglio). Di grande importanza la prima convention europea organizzata per il 20 e 21 giugno all'Hotel Porro di Salsomaggiore su richiesta della The Blues Foundation di Memphis, per creare un gemellaggio tutto europeo tra i festival più prestigiosi.


I pacchetti weekend

Per l'occasione sono stati creati anche pacchetti weekend, validi da giugno a settembre, a partire da 29 euro per persona, che comprendono trattamento di B&B (camera doppia con prima colazione), posto riservato a un evento musicale della rassegna e un omaggio del territorio.

 

Per i dettagli del Festival Blues

Tel. 339 3849219

E-mail: info@rootsandblues.org
Siti
web: www.rootsandblues.org


Per informazioni su spettacoli, visite ai luoghi e dettagli sui pacchetti turistici:

Parma Turismi

Tel. 0521.228152

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E-mail: info@parmaturismi.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -