PARMA - Buone notizie per la Tibre

PARMA - Buone notizie per la Tibre

PARMA - E’ un incontro pieno di buone notizie quello del tavolo di monitoraggio provinciale della Tibre riunitosi oggi in Provincia e di cui è responsabile lo stesso presidente dell’Ente Vincenzo Bernazzoli.


A verificare con l’ing. Angelo Pezzati, direttore compartimentale infrastrutture di Rfi, l’andamento dei lavori c’erano anche l’assessore regionale ai Trasporti e mobilità Alfredo Peri, il sindaco di Solignano Gaetano Carpena, il presidente di Cepim Johann Marzani.

“Abbiamo avuto conferma che le nuove scadenze che segnano la ripresa dei lavori, dopo l’inopinata sospensione da parte della ditta Astaldi, sono rispettate – spiega Bernazzoli - Dall’inizio dell’anno sono partiti i lavori di bonifica degli ordigni bellici. Ad aprile, dopo aver riallestito la casa base del cantiere, potranno riprendere anche i lavori fuori galleria. A questo punto diventa verosimile ipotizzare la fine lavori per il 2012”.


Ad eseguire la bonifica di ciò che la guerra ha lasciato, effettuata sotto la responsabilità diretta di Rfi, è un impresa del territorio, un altro segno di come di come Parma intende contribuire alla realizzazione questa grande opera. Per i lavori “fuori galleria” , dei quali sono in corso di perfezionamento e avviati a soluzione gli accordi con la ditta, anche se ci sarà un piccolo ritardo non cambierà la tempistica. Questo significa che a primavera 2009 si inizierà a lavorare dentro la galleria.


“ Vogliamo avere un monitoraggio preciso di come si prosegue e vigileremo affinché non ci siano sorprese. L’ultima che abbiamo avuto – dice Bernazzoli riferendosi al blocco del cantiere – è costata oltre un anno di ritardo”.


Altra buona notizia è quella che riguarda le opere cosiddette compensative, ovvero quelle concordate con il comune di Solignano, del valore complessivo di 2milioni e mezzo di euro. Alcune di queste, ha informato il sindaco Carpena, sono già state realizzate come la riqualificazione del parco giochi. ”Anche il campo da calcio è stato completato e consegnato sabato alle squadre sportive – ha detto il sindaco - mentre per la pista ciclabile si è concluso l’iter progettuale ed è in corso quello autorizzativo il che fa prevedere a breve l’appalto”.

L’esito positivo della riunione del tavolo di monitoraggio va ad aggiungersi ad un’altra novità di assoluto rilievo: l’atto aggiuntivo firmato a fine anno da Regione e Governo. Un passo questo che come ha spiegato Peri, “ mette il corridoio fra le priorità nazionali ed europee e assume i contenuti di dettaglio discussi fino a quel momento”. La prima conseguenza di quell’atto ufficiale si è avuta nella riunione del Cipe del 22 dicembre scorso in cui è dato via libera alla progettazione definitiva, affidata a Italferr, di tutta la tratta della Pontremolese, a partire dalla nuova galleria di valico (Ghiare di Berceto - Pontremoli ), con la messa a disposizione di 48 milioni di euro.


La necessità di procedere con l’intera progettazione è stata più volte sottolineata con forza dal tavolo di coordinamento delle istituzioni e enti che vigilano sulla realizzazione del corridoio intermodale riunitosi la scorsa settimana a Parma.


Infine, ma non da ultime, le buone notizie per il Cepim, impegnato come ha detto il presidente Marzani “nella costituzione della società per il nuovo terminal, (con Rfi, Rete Ferroviaria Italia e Fer Ferrovie Emilia Romagna ), e della società per l’utilizzo della linea Pontremolese a fini di trasporto merci, due passaggi preliminari e che dovrebbero consentire di realizzare il servizio di navetta fra il porto di la Spezia e il Cepim”.


A fine anno è stato siglato il decreto con il Ministero dei trasporti per l’elettrificazione del tratto fra Castelguelfo e il Cepim. Il nuovo terminal, una volta completato, avrà una struttura di nove binari con attrezzature moderne che consentiranno il rapido spostamento dei container. La nuova struttura, la cui realizzazione comporterà un investimento di circa 40milioni di euro, consentirà all’interporto di Parma una movimentazione delle merci cinque volte superiore a quella di oggi.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -