Parma: cooperazione internazionale: l’unione fa la forza

Parma: cooperazione internazionale: l’unione fa la forza

PARMA - E' stata una esperienza davvero positiva quella condotta in questi mesi attraverso il Comitato Parma solidale nel mondo. Nato la scorsa estate con l'obiettivo di promuovere e far conoscere le iniziative, i progetti e i soggetti attivi sul territorio impegnati nelle relazioni e nella cooperazione internazionale, le attività messe in campo dal Comitato hanno permesso di raccogliere ben 27mila euro.


Risorse preziose, che andranno a sostenere una cultura di pace e solidarietà e daranno una mano a chi ha fame, a chi non ha nulla, a popoli martoriati dalle guerre. Risorse raccolte nel contatto diretto con i cittadini che hanno potuto così conoscere da vicino l'attività e le persone che concretamente portano avanti questi progetti nei paesi più poveri del mondo.

 

Giovedì in Provincia il presidente del Comitato e assessore alla Cooperazione internazionale Gabriele Ferrari ha dato conto dell'attività svolta. Con lui, a illustrare anche i nuovi programmi,  Roberto Berselli tesoriere del Comitato e del Centro l'Orizzonte, Ilde Tosi vicepresidente del comitato e dell'associazione Parma per la vita, Antonio Iamilio di Sodales e Enrico Faini de Solidarietà Mungano. Platea d'eccezione dell'incontro, una classe di ragazzi portoghesi ospiti dell'Itsos di Fornovo.

 

"Lavorare in maniera sinergica ha consentito di far incontrare le competenze di tutti coloro che, con le loro associazioni, sono impegnati a favore dei paesi più poveri e di mettere insieme le forze per promuovere diverse iniziative con cui sono stati raccolti i fondi e si è fatto conoscere alla collettività cosa fa ogni associazione" - ha spiegato Ferrari.

 

Vetrina del lavoro delle associazioni di Parma e provincia che operano nell'ambito della cooperazione e solidarietà internazionale, al Comitato, aderiscono 19 associazioni del territorio: Sodales-Sorridi Bimbo, Maendelo-Italia, Centro di Solidarietà l'Orizzonte Onlus, Il Filodijuta, Parma per il Centro Giovani Kamenge-Burundi Onlus, Chiama l'Africa, Solidarietà Muungano, Promuovendo la Vita, Ingegneria Senza Frontiere Parma Onlus, Maison des Enfants de la C?te d'Ivoire, Parma per la vita, Associazione dei camerunensi di Parma e provincia, Di Mano di Mano, Parma per gli altri, La Maloca, MuoversiNonCommuoversi Parma CEFA, A.V.V.A. Amici dell'Africa, Infermiere di Parma oltreconfine, Gruppo Missionario Stimmate.

 

Quattro i grandi temi individuati dal Comitato e che rappresentano le aree di intervento dei progetti di cooperazione: il tema dell'acqua e delle energie alternative; la salute e formazione del personale sanitario; l'istruzione e il diritto alla studio; lo sviluppo sostenibile.

 

I 27mila euro che, suddivisi per i 19 membri del Comitato, andranno a sostenerne l'attività e i progetti, sono stati raccolti nel corso dei tre appuntamenti realizzati: Solidali nel mondo promosso con Conad, i biglietti di Natale disegnati dai ragazzi del Toschi e acquistati da aziende, attività commerciali e enti; il concerto benefico  all'Auditorium Paganini con Cheryl Porter & the Chicago Gospel Family.

 

"L'aspetto più significato del percorso fatto con il Comitato è stato quello di provare a fare un intervento congiunto. Questa modalità è stata un insegnamento per tutti noi. Da qui l'idea di proseguire portando avanti l'iniziativa perché crediamo nel significato di lavorare insieme" - ha osservato Berselli.

 

E' ora in fase di preparazione un calendario di attività per l'anno 2008 con iniziative come la presenza dello stand del Comitato, con materiale informativo e gadget, a alcuni importanti eventi estivi che si terranno nella nostra città;  l'organizzazione di una cena benefica e di una lotteria. Si sta pensando anche a fare del concerto benefico di fine anno, come quello del dicembre 2007 presso l'Auditorium Paganini, un appuntamento fisso targato Comitato Parma Solidale nel Mondo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -