PARMA - Gli scritti di Alcide De Gasperi all’Istituto storico della Resistenza

PARMA - Gli scritti di Alcide De Gasperi all’Istituto storico della Resistenza

PARMA - Con gli scritti di Alcide De Gasperi, l’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Parma, in collaborazione con Comune e Provincia di Parma, inaugura gli Incontri di Storia contemporanea , una rassegna che proporrà alla città, nel corso dell’anno, discussioni e dibattiti con studiosi di nota fama intorno a personalità e eventi che hanno segnato la storia del Novecento.


Al primo incontro di domani giovedì 21 febbraio alle 17,00, in vicolo delle Asse 5, interverrà il professor Giorgio Vecchio, docente all’Università di Parma e curatore del secondo tomo di una monumentale raccolta – edita da Il Mulino e curata da Mariapia Bigaran e Maurizio Cau – degli scritti e dei discorsi politici dello statista trentino.


Il volume affronta un periodo cruciale nella vita di De Gasperi, quello tra la fine del 1918 e il 1942. Anni che, per la sua posizione sempre più rilevante nel nuovo Partito popolare italiano fondato da don Sturzo, lo videro dapprima tra i protagonisti dei burrascosi anni del dopoguerra – con la fallita stabilizzazione della democrazia italiana e l’irrompere sulla scena politica del fascismo – e poi perseguitato da quest’ultimo come oppositore politico. Durante il Ventennio, De Gasperi, privato delle sue cariche e per un certo periodo anche della libertà, si adattò ad un durissimo “esilio interno” ma, nonostante le difficoltà materiali (risolte parzialmente nel 1929 con un piccolo impiego presso la Biblioteca Vaticana) si mantenne attivo con una vasta attività di traduttore e di pubblicista, fino a che, nel 1942, la crisi del regime fascista gli schiuse gli orizzonti di una nuova fase della sua vita e della sua carriera politica. (info: Isrec 0521-287190, isrec@comune.parma.it)



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -