Parma: Grande, il mondo piccolo di Giovannino

Parma: Grande, il mondo piccolo di Giovannino

PARMA - Altro che mondo piccolo: e altro che scrittore di bozzetti. Il convegno "Cent'anni di Guareschi: letteratura, cinema, giornalismo, grafica", in corso fino a domani nell'Aula Magna dell'Università di Parma, punta proprio a mostrare non solo la poliedricità ma anche lo spessore dell'autore di "Don Camillo", a lungo oggetto di letture stereotipate che non l'hanno mai valorizzato appieno. Scrittore, umorista, vignettista, fumettista, inventore di giornali e di personaggi per la pubblicità, sceneggiatore, critico televisivo e grafico, Guareschi è oggetto di una rilettura a tutto tondo: questo l'intento della "due giorni" di Parma, che ha riunito intellettuali, docenti universitari, scrittori. L'iniziativa è promossa dal Comitato Nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Giovannino Guareschi con la Provincia di Parma, Banca Monte Parma, l'Università di Parma, l'Istituto per i Beni Artistici, Culturali, Naturali - Soprintendenza per i Beni Librari e Documentari dell'Emilia Romagna, ed è patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale per i Beni Librari e gli Istituti Culturali.


Stamattina l'apertura, alla presenza dei figli dello scrittore, Carlotta e Alberto. "Siamo riusciti a organizzare una serie di iniziative che hanno fatto sì che questo davvero per il nostro territorio sia un anno straordinario: mai come quest'anno si erano avuti tanti eventi tesi a mettere in luce la figura di un grande parmense come Guareschi. Guareschi che per eccesso di successo, paradossalmente, ha avuto la sfortuna di non vedere valorizzati tutti gli aspetti della sua attività, dei suoi interessi, della sua produzione", ha spiegato Vincenzo Bernazzoli, presidente della Provincia e del Comitato per le celebrazioni, augurandosi che "questa due giorni possa dare avvio a una nuova stagione di studi e approfondimenti". "Non un improvvisatore ma un professionista in diversi campi", ha detto di Guareschi Rinaldo Rinaldi dell'Università di Parma, che ha aperto il convegno in sostituzione del rettore e si è poi soffermato nella sua relazione sull' "Antico mondo piccolo" dell'autore di "Don Camillo", sottolineandone i legami con la narrativa popolare ottocentesca.

 

Pieno il sostegno di Fondazione e Banca Monte Parma, rappresentate oggi da Giuseppe Caltabiano di Banca Monte: "Guareschi è stato un personaggio sfuggente e scomodo, difficile da definire, una figura che ha suscitato reazioni contrastanti ma che ha dato un importante contributo al dibattito storico-politico del dopoguerra raccontando anche la nostra Bassa", ha osservato, ricordando inoltre l'impegno della Fondazione Monte per l'archivio dello scrittore: "per valorizzare questa straordinaria miniera della sua vita e della sua produzione". Al lavoro sul patrimonio documentario dell'autore di "Don Camillo" anche l'Istituto per i Beni culturali della Regione Emilia Romagna, come ha spiegato il direttore Alessandro Zucchini.

 

Dai figli dello scrittore, Carlotta e Alberto, un ringraziamento a tutti quanti hanno lavorato per il convegno e per le celebrazioni del centenario: "Una delle cose più belle che tutto questo ci ha dato è stata la possibilità di incontrare persone che ci hanno ricaricato e ci hanno dato entusiasmo; studiosi che hanno scritto testi che rimarranno importanti e insostituibili per tutti quanti vorranno conoscere nostro padre. Dico questo perché ormai si sta avvicinando il momento in cui noi dovremo passare il testimone, e io sono contenta e tranquilla perché sento che il testimone sarà affidato a mani amorose e importanti", ha commentato Carlotta Guareschi. "Ringrazio tutti quanti hanno collaborato per creare questa bellissima iniziativa e per tutte le iniziative del centenario. E tutti gli amici che ci sono sempre stati vicini", ha aggiunto Alberto Guareschi.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra i contributi della mattinata, quelli di Daniela Marcheschi dell'Università di Perugia, che ha puntato l'attenzione su "Guareschi e il romanzo" sottolineando i suoi legami con la tradizione storico-umoristica ("quello di Guareschi è un sistema comico-ironico-parodico che ha una grande tradizione"), di Alberto Bertoni dell'Università di Bologna, di Fabio Marri dell'Università di Bologna e del critico e saggista Roberto Barbolini, che ha parlato di "Guareschi scrittore d'avanguardia". Il convegno prosegue nel pomeriggio di oggi (dalle 15) e domani a partire dalle 9. Tra i relatori di domani Ezio Raimondi e Alessandro Baricco. Il programma su www.guareschi2008.com.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -