Parma: i colori dell'Africa tra moda, musica e gastronomia tipica

Parma: i colori dell'Africa tra moda, musica e gastronomia tipica

PARMA - Abiti dai colori sgargianti, fantasie variopinte e grandi turbanti. Stamattina in Provincia ha sfilato il volto più vivace dell'Africa. Ma è stato solo un assaggio di ciò che vedremo sabato 7 giugno all'auditorium Paganini nella giornata intitolata "La cultura africana a Parma", organizzata dall'associazione "Colori d'Africa" in collaborazione con il negozio "Africa Moda".

 

L'iniziativa, realizzata con il patrocinio e il contributo di Provincia di Parma, Camera di Commercio di Parma e Comune di Torrile, è stata presentata oggi dall'assessore provinciale alla Cooperazione internazionale Gabriele Ferrari, Bessou Gnaly dell'associazione "Colori d'Africa" e Cleo Dioma che ha collaborato all'organizzazione dell'evento.


"Questa giornata si inserisce in un disegno più ampio di incontro e integrazione tra culture diverse che la Provincia sta portando avanti e intende rafforzare come opportunità di crescita  per il nostro territorio - ha dichiarato Ferrari - È da qui che la globalizzazione dovrebbe cominciare, dalle relazioni tra le persone, da qualunque paese provengano.  Di fronte all'incontro con la diversità vi sono due possibilità: lo scontro o il dialogo: "Quando si sceglie lo scontro le conseguenze sono disastrose per tutti, e spesso gli eventi lo hanno dimostrato. Noi abbiamo scelto di stare dall'altra parte, intessere le relazioni con le popolazioni straniere che vivono e  lavorano accanto a noi per praticare una conoscenza che ci arricchisce tutti".

 

È proprio il tema dell'incontro e dell'esperienza vissuta in comune, l'aspetto sottolineato da Bessou Gnaly: "Della nostra associazione fanno parte sia italiani che africani e questo rispecchia il nostro scopo, contribuire all'integrazione attraverso la comunicazione. E l'arte, la moda, la gastronomia e la musica sono un ottimo veicolo per far stare insieme le persone e comunicare la cultura africana."

 

L'iniziativa, alla sua prima edizione, è dedicata in particolare alla Costa d'Avorio, sarà presente infatti il presidente della regione del Comoè, Aka Ouele. Gli organizzatori prevedono di portare avanti il progetto anche i prossimi anni per far conoscere ai parmigiani anche altri paesi del continente.

 

Il programma della giornata di sabato 7 giugno

 

L'evento ha inizio alle 16 all'auditorium Paganini con la proiezione di alcuni filmati sulla Costa d'Avorio. Ai bambini vittime della guerra civile è infatti devoluto l'incasso della serata. Il programma prosegue alle 17 con la sfilata di moda dello stilista Pathé Oudrago, la firma più prestigiosa della moda africana che annovera tra i suoi clienti alcuni tra i più illustri personaggi politici e regnanti degli stati africani. Alla sua creatività si devono le variopinte camice sfoggiate nelle occasioni pubbliche da Nelson Mandela, involontario ambasciatore in tutto il mondo della moda africana.

 

A seguire, dalle 18.30 circa, è in programma il concerto di Meiway, cantante ivoriano di fama internazionale che ha innovato la musica tradizionale mischiando le melodie caratteristiche del sud della Costa d'Avorio.

 

Al termine del concerto, intorno alle 19.30, l'evento cambia sede e prosegue presso la Villa del Fulcino a San Polo di Torrile. Qui dalle 20 si cena con prodotti tipici, mentre prosegue la sfilata di moda africana. Alle 22.30 torna sul palco Meiway per concludere la serata con canti e balli tipici.

Per informazioni contattare l'associazione "Colori d'Africa" al numero 349.5118030, oppure scrivere a info@coloridafrica.org.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -