PARMA - In discoteca e ritorno in tutta sicurezza. Al via il discobus

PARMA - In discoteca e ritorno in tutta sicurezza. Al via il discobus

PARMA - Un discobus che nelle notti di venerdì e sabato arrivi da Salsomaggiore sino al confine con Reggio Emilia, e da qui sino a Rubiera, al confine con la provincia di Modena, per accompagnare i ragazzi nei locali e nelle discoteche riportandoli poi a casa in tutta sicurezza.
La novità di quest’anno, dopo che il servizio era stato sperimentato la scorsa primavera, è la collaborazione delle Province di Parma e Reggio Emilia, promotrici dell’iniziativa insieme alle rispettive aziende di trasporti Tep e Act, per allargare il bacino di utenza e i locali coinvolti.
L'anno scorso, nel periodo di sperimentazione, hanno utilizzato il servizio circa 800 ragazzi da metà aprile a fine maggio.

“Oggi presentiamo un’iniziativa concreta – ha detto Vincenzo Bernazzoli, presidente della Provincia di Parma – che non risolverà in modo definitivo il problema della sicurezza stradale nelle notti dei fine settimana, ma che offre un servizio utile ai giovani del territorio senza farli rinunciare, com’è giusto, al pieno divertimento. E’ anche un messaggio di responsabilità e un invito alla tutela della propria salute, oltre che una risposta ai giusti timori di molti genitori nelle notti dei fine settimana”.

“La sperimentazione dello scorso anno – ha detto Filippo Carraro, assessore provinciale ai Trasporti – ha dato risultati importanti. Per questo abbiamo esteso il servizio fino a Fidenza e Salsomaggiore e allungato la durata. Una risposta concreta ad un tema che in alcuni periodi diventa una grave piaga sociale. I due autobus del servizio, inoltre, saranno utilizzati quotidianamente per il trasporto degli studenti, contribuendo a promuovere l'iniziativa”.

“Anche quest’anno – ha detto Tiziana Mozzoni, assessore provinciale alle Politiche sociali e sanitarie – grazie all’intesa con la Comunità Betania di Parma, l'associazione Centro sociale Giovanni XXIII° di Reggio Emilia e la Cooperativa di prevenzione sociale, sempre di Reggio Emilia sarà garantito un servizio di prevenzione e informazione direttamente a bordo degli autobus”.

“La sperimentazione dello scorso anno è andata positivamente – ha detto Paolo Zbogar, presidente di Tep – e quindi ci è sembrato conseguente aderire anche quest’anno all’iniziativa. Un progetto importante perché vede la positiva collaborazione di enti e aziende di due territori, uniti per garantire la sicurezza sulle strade”.

Rispetto al 2007, quest’anno il servizio parte da Salsomaggiore, transita da Fidenza e prosegue per Parma (piazza Garibaldi, parcheggio est), Taneto e S.Ilario. Tep e Act effettueranno le corse in coincidenza. Nel reggiano il servizio proseguirà su mezzi Act fino al centro di Reggio Emilia e Rubiera. Sul tragitto valgono tutte le fermate urbane ed extraurbane.
Per accedere al servizio valgono i biglietti Pronto Bus, acquistabili anche a bordo a 2,50 € e validi per l'intera serata (andata/ritorno).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Quest'anno il progetto vede la collaborazione di Comunità Betania di Parma, l'associazione Centro sociale Giovanni XXIII° di Reggio Emilia e la Cooperativa di prevenzione sociale, sempre di Reggio Emilia. Dopo una prima fase di monitoraggio, necessaria a valutare le caratteristiche e le esigenze dell'utenza, gli operatori saranno a bordo degli autobus per svolgere un'attività di sensibilizzazione sui comportamenti a rischio alla guida, con particolare attenzione all'uso di alcol e altre sostanze psicoattive, coinvolgendoli in prima persona come promotori di comportamenti più sicuri.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -