Parma: l’arte ai tempi del Correggio, si parte da San Secondo

Parma: l’arte ai tempi del Correggio, si parte da San Secondo

PARMA - Prenderà il via il 21 settembre con l'appuntamento alla Rocca di San Secondo "L'arte ai tempi del Correggio". L'iniziativa, promossa e organizzata dalla Provincia di Parma, coinvolgerà alcuni dei più preziosi gioielli delle nostre zone: sette rocche e castelli diventeranno scenografie naturali di concerti, eventi letterari e laboratori artistici fino al 3 maggio. Sarà un'occasione speciale per ammirare e conoscere alcuni grandi cicli pittorici contemporanei a Correggio e scoprire gli affreschi, la tecnica e le storie racchiuse nei castelli e nelle corti del Parmense.


Il primo appuntamento è il 21 settembre alla Rocca di San Secondo alle 17, quando verranno presentati al pubblico i lavori di restauro in corso di ultimazione. Sarà proprio la restauratrice Roberta Dallaturca a spiegare ai visitatori gli interventi effettuati alle Sale dell'Asino d'Oro e degli Imperatori all'interno della Rocca dei Rossi, oggetto dei lavori finalizzati alla valorizzazione del ciclo pittorico cinquecentesco, anche grazie a un allestimento che prevede una migliore illuminazione e impiantistica. Inoltre, i turisti potranno fare una visita guidata gratuita all'interno della Rocca.

 

Seguirà l'evento scenico in parole e musica di Umberto Fabi "Fiabe da paura", con l'accompagnamento musicale, itinerante nelle sale della Rocca, di Paolo Simonazzi e Emanuele Reverberi.

 

I percorsi correggeschi, oltre alla Rocca dei Rossi di San Secondo, coinvolgeranno la Rocca Sanvitale di Fontanellato, la Rocca Meli Lupi di Soragna, la Chiesa Collegiata di San Bartolomeo in Busseto, la Rocca Sanvitale di Sala Baganza, il Castello dei Rossi e la Badia di Santa Maria della Neve di Torrechiara e il Castello di Montechiarugolo.

 

L'iniziativa è realizzata dalla Provincia di Parma con la collaborazione del Comitato Correggio, della Soprintendenza per il patrimonio Storico, Artistico e Etnoantropologico di Parma e Piacenza, della Soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio di Parma e Piacenza, dei Comuni coinvolti nell'itinerario, dei proprietari dei Castelli di Soragna e Montechiarugolo, della Parrocchia di Busseto e dell'Associazione Castelli del Ducato.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -