Parma: Mario Alessi, "coscienza pulita sulla morte di Tommy"

Parma: Mario Alessi, "coscienza pulita sulla morte di Tommy"

"Mi sento la coscienza pulita per la morte del piccolo Tommy". Lo ha dichiarato Mario Alessi il muratore siciliano imputato per il sequestro e l'omicidio del piccolo Tommaso Onofri, avvenuto il 2 marzo del 2006 a Casalbaroncolo, in provincia di Parma. "Alla signora Paola chiedo scusa e perdono", ha aggiunto Alessi rivolgendosi alla madre del piccolo.

 

Ma Paola Pellinghelli non è riuscita ad ascoltare e si è alzata di scatto uscendo fuori dall'aula. Immobile il papà di Tommy, Paolo Onofri. Alessi aveva chiesto di intervenire dopo le repliche della sua difesa e di quella della compagna Antonella Conserva che, secondo l'accusa, è responsabile del sequestro e della morte dell'ostaggio come conseguenza non voluta.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo la richiesta di scuse alla madre di Tommaso, la presidente della Corte d'Assise di Parma, Eleonora Fiengo, ha chiesto ad Alessi di parlare solo ed esclusivamente delle accuse e delle repliche degli avvocati e di non rivolgersi al pubblico.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -