PARMA - Presentati in un convegno i risultati ottenuti con il progetto Export Service

PARMA - Presentati in un convegno i risultati ottenuti con il progetto Export Service

PARMA - 136 imprese coinvolte, 26 piani personalizzati di intervento sui mercati esteri; 10 giornate di formazione per le tutte le imprese che si sono aperte all’internazionalizzazione. In due anni di attività il progetto Esp ha suscitato l’interesse di tante aziende parmensi ottenendo buoni risultati mirati sui diversi obiettivi operativi che le imprese stesse si sono date. Aumento dell’export, sviluppo di contratti di fornitura, di distribuzione, stipula di accordi di partnership e di contatti con importatori: grazie ad Esp molte imprese parmensi hanno avuto dunque modo di farsi conoscere da nuovi potenziali clienti e di presentare i propri prodotti, potenziando il loro ufficio commerciale.


Di tutto ciò si è parlato oggi nella sala Savani in Provincia a Parma con un convegno dal tema “ Il sistema territoriale a fianco delle imprese parmensi verso i mercati esteri”, un appuntamento di discussione che ha sancito la chiusura della seconda annualità del progetto ESP-Export Service Parma, ideato dall'Agenzia per l'Internazionalizzazione della Provincia con l’obiettivo di supportare le piccole e medie imprese nello sviluppo sui mercati esteri.


Gestito da Ecipar, ente di formazione di Cna, Esp si avvale del supporto della Camera di Commercio, delle Fiere di Parma e delle associazioni di categoria riunite in un comitato di pilotaggio che ha definito e monitorato le varie azioni attivate lungo tutto il progetto.

L’incontro è stato aperto dal presidente della Provincia Vincenzo BernazzoliIl nostro sistema economico, pur caratterizzato da una grande volontà d’impresa, registra difficoltà in particolare delle piccole e medie imprese a cogliere pienamente le opportunità del mercato globale. Un limite che, pur non essendo una nostra competenza specifica, abbiamo voluto contribuire a superare con questo progetto”.: “


“Siamo convinti che parte del nostro futuro è fuori dalle mura domestiche e il coraggio dell’imprenditore è importante per vincere la sfida, un coraggio che abbiamo scelto di sostenere” ha detto fra l’altro il vicepresidente Pier Luigi Ferrarinel suo intervento.

Il costo complessivo dei due progetti è stato di 319.000 euro finanziati dal Fondo Sociale Europeo e resi disponibili dall’assessorato provinciale alla Formazione professionale.

Le aziende hanno appreso una specifica metodologia di lavoro per operare sui mercati esteri e hanno avuto l’opportunità di entrare in un circuito virtuoso di informazioni sulle opportunità disponibili in ambito provinciale, sui progetti attivati dai vari attori del comitato di pilotaggio, sui finanziamenti aperti, sulle possibili azioni congiunte da attivare grazie alla conoscenze che hanno maturato attraverso il reciproco confronto reso possibile dal progetto.


Nel corso del convegno sono intervenuti Gabriele Marzano, dirigente provinciale della Formazione professionale e Politiche del Lavoro, Sara Bisacchi, di Ecipar, Andrea Parmeggiani, del coordinamento tecnico progetto ESP, Franco Mosconi, del Dipartimento di Economia dell’Università di Parma. Testimonianze di casi aziendali sono state presentate da Cosima Gabrielli del Caseficio Boni, Nadia Gallassi di Italfine, Simonetta Marras dell’azienda Parma Past, Alessandro Dall'Aglio della Digiemme, Stefano Casadei di Biba Salotti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Esp ha suscitato l’interesse delle imprese locali, come si è visto anche dalla numerosa partecipazione al Convegno e dalle dirette testimonianze delle cinque imprese che oggi abbiamo ascoltato – ha sottolineato nel suo intervento Francesco Castria, responsabile Agenzia per l'Internazionalizzazione della Provincia - Le due edizioni del progetto hanno consegnato diversi spunti di riflessione, di cui l'Agenzia per l'Internazionalizzazione farà sicuramente tesoro per progettare una terza edizione ancora più in linea con le esigenze delle imprese, andando verso una sempre maggior concretezza e finalizzazione degli interventi”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -