Parma: produzioni mediterranee, puntare su qualità e tipicità

Parma: produzioni mediterranee, puntare su qualità e tipicità

PARMA - "Stiamo investendo per caratterizzare Parma come punto di riferimento sull'agroalimentare non solo in chiave produttiva ma anche in chiave culturale e di ricerca". Così il presidente della Provincia di Parma, Vincenzo Bernazzoli, nell'aprire stamattina nella sede dell'Unione Parmense degli Industriali la "due giorni" della "Conferenza internazionale sulle produzioni mediterranee: olio, vino e cereali", organizzata dall'Unasa (Unione nazionale delle accademie italiane per le scienze applicate allo sviluppo dell'agricoltura, alla sicurezza alimentare e alla tutela ambientale) con il patrocinio del Ministero per le Politiche agricole e forestali e la collaborazione di Provincia di Parma, Camera di Commercio di Parma, Unione Parmense degli Industriali, Barilla e Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura.

 

"Intorno alla vocazione della nostra città e del nostro territorio - ha proseguito Bernazzoli - si è costituito un sistema avanzato di ricerca applicata e di promozione dei temi della qualità e sicurezza degli alimenti: un sistema articolato che coinvolge diversi soggetti. Basti pensare alla scelta di Parma come sede dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare, al fatto che stiamo lavorando per ospitare un Consorzio per la ricerca in materia, al Centro nazionale sulla biodiversità, per il quale la sede scelta è ancora una volta proprio Parma, al futuro tecnopolo sull'agroalimentare per il quale la Regione ha puntato su Parma. Il fatto che sia la nostra città ad ospitare questa "due giorni" internazionale è un'ulteriore conferma della sua autorevolezza a tradizione, e la Conferenza rappresenta un'importante opportunità di analisi e approfondimento delle tendenze in atto e delle prospettive future in un settore sempre più al centro della scena, interessato anche da diversi fenomeni nuovi".

 

Accanto a Bernazzoli, nei saluti d'apertura, il direttore dell'Unione Parmense degli Industriali Cesare Azzali, il presidente della Camera di Commercio Andrea Zanlari, Roberto Ranieri di Barilla Spa e il presidente di Unasa Antonio Calò. A seguire l'introduzione "Temperanza nell'alimentazione" di Mons. Marcelo Sànchez Sorondo, cancelliere della Pontificia Academia Scientiarum, e poi le relazioni di esponenti del mondo delle imprese e della ricerca scientifica, in particolare su  produzione, trasformazione, valore nutrizionale, mercato.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Conferenza internazionale continua oggi pomeriggio (dalle 14,30 con la sessione "Vite e vino") e domani mattina. Domani dalle 10 la sessione "Cereali" presieduta dal capo dipartimento del Ministero Politiche Agricole Giuseppe Nezzo; interverranno Catherina Feullet (Inra Clermont Ferrand), Roberto Ranieri (Barilla Spa), Furio Brighenti (Università di Parma), Francesco Braga (Guelf University Canada). Le conclusioni saranno affidate al senatore Paolo Scarpa Bonazza Buora, presidente della Commissione Agricoltura del Senato.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -