PARMA - Tibet, la solidarietà della Provincia

PARMA - Tibet, la solidarietà della Provincia

PARMA - Sono i sentimenti di grande vicinanza al popolo del Tibet insieme alla piena disponibilità a dedicare una seduta congiunta dei Consigli provinciali e del Comune di Parma quelli che il presidente Bernazzoli ha espresso questa mattina al presidente della Comunità tibetana in Italia Tenzin Thupten nel corso dell’incontro svoltosi oggi in Provincia.


“ Condivido pienamente la battaglia del Tibet per il riconoscimento dei propri diritti. E’ questo un tema che mi è caro e che come Provincia ci vede impegnati con iniziative di solidarietà anche in altre parti del mondo, per popoli che vivono situazioni simili alla vostra. Nei limiti delle mie possibilità cerco di contribuire perché ovunque si affermino i diritti umani. Ciò è improntante anche qui e per il nostro paese. Sono al vostro fianco e mi auguro che quanto sta accadendo in Tibet cessi al più presto” ha detto il presidente Bernazzoliringraziando Pino Agnetti dell’associazione “Libertà parmigiana”. Proprio Agnetti ha accompagnato in Provincia gli ospiti e, a nome dell’associazione, ha promosso l’idea di affrontare il tema del Tibet in una riunione congiunta dei Consigli provinciale e comunale.


“Grazie per queste parole – ha detto Tenzin Thupten E’ il momento che l’odio cessi. La globalizzazione deve avere valori universali che la regolano. In Italia ci sono 250 figli di profughi tibetani, 150mila nel mondo scappati dalla repressione avvenuta 60anni fa. Il Dalai Lama è impegnato da sempre in una lotta non violenta per la libertà del Tibet. Adesso la nostra preoccupazione è il fatto che continui da parte della Cina la repressione, senza che alcun giornalista possa raccontare quello che accade lì. Chiediamo ai politici di fare pressione diplomatica affinché la stampa abbia libero accesso e di inserire il tema dei diritti del popolo tibetano nell’agenda della politica estera”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche il Consiglio provinciale si è occupato di recente della questione del Tibet con un ordine del giorno approvato all’unanimità in cui si invita la Provincia a “adoperarsi presso il Governo Italiano perché, insieme agli altri membri dell'Unione Europea, prenda una netta posizione contro la repressione in Tibet, e la stessa UE si attivi fortemente in modo che si apra un confronto diplomatico tra le parti in causa della questione tibetana superando l'attuale fase di violenza e mancato rispetto dei diritti umani e civili”.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -