Parma: un convegno a 30 anni dalla legge Basaglia

Parma: un convegno a 30 anni dalla legge Basaglia

PARMA - "A 30 anni dalla legge Basaglia, il gioco vale ancora la candela?" è il titolo del convegno, organizzato da AUSL, Fondazione Cariparma, USIP, CUS, ANPIS e Le parole ritrovate, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Parma, che si terrà in due giornate: il 16 dicembre all'Hotel Parma e Congressi a partire dalle 9.30, per tutta la mattina e il 17 dicembre al Circolo Inzani, con inizio alle 15.

 

Il Gruppo Sportivo dell'unità operativa di riabilitazione del dipartimento di salute mentale dell'AUSL di Parma ha come obiettivo forte quello di "fare" integrazione nella comunità locale, al fine di offrire alle persone affette da disagio psichico tutte le opportunità di socializzazione offerte dal territorio, con particolare riferimento alle attività sportive.

 

"Lo sport si pratica in gruppo - afferma Rossella Cocconi, responsabile dell'U.O. di riabilitazione - e questo offre la possibilità agli utenti ed agli operatori di stabilire relazioni paritarie, di sviluppare senso di appartenenza, di condividere esperienze emotive forti capaci di stimolare positivi cambiamenti nei soggetti più deboli nelle aree dell'autostima e delle abilità. Oltre all'attività sportiva vengono promosse attività ricreative e di mutuo aiuto, all'insegna di quei principi tanto "cari" anche alla legge Basaglia, quali la libertà intesa come possibilità di godere di diritti, di esprimere bisogni, di alimentare desideri, di scoprire i propri sentimenti... .

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Queste due giornate - conclude la responsabile - hanno lo scopo di raccontare, anche attraverso le narrazioni dei protagonisti, esperienze le più diverse, altri punti di vista, che devono essere giocoforza tenute in considerazione se vogliamo fornire prestazioni sempre più efficaci ed adeguate ai bisogni della nostra utenza".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -