PARMA - Una settimana con le banche del tempo

PARMA - Una settimana con le banche del tempo

PARMA - Un “contenitore” interamente dedicato alla promozione dell’esperienza della Banche del tempo: questa l’idea da cui nasce la SETTIMANA DEL TEMPO”, promossa dalla Provincia e in programma dal 19 al 27 maggio a Parma e nei comuni sedi di banche del tempo.

Una miriade di iniziative che vedranno protagonisti questi istituti di credito un po’ particolari dove non si deposita denaro ma il tempo e in cui ognuno mette a disposizione ciò che sa fare ricevendo un vero e proprio assegno-tempo che può scambiare con altre prestazioni.


Parma sulle banche del tempo rivendica un vero e proprio primato del nostro territorio: qui è nata la prima banca del tempo italiana (nel 1991), qui è stato promosso dalla Provincia un coordinamento che riunisce le nove realtà presenti nel parmense, ne sostiene l’attività e stimola la crescita, un coordinamento che ha appena varato il giornale Dai tempo al tempo interamente dedicato a dare voce a queste esperienze.

La prima edizione della settimana del tempo è stata presentata oggi in Provincia dall’assessore provinciale alle Politiche sociali e sanitarie Tiziana Mozzoni, Giuliana Rossi presidente della prima banca del tempo italiana, nata dalla Uil di Parma, Rosina Trombi e Raffaella Devincenzi assessore ai Servizi sociali rispettivamente di Felino e Neviano.


“Le banche sono un grosso strumento di relazione umana che come Provincia intendiamo promuovere. La settimana del tempo ha questa finalità: farle conoscere, informare su come funzionano e sulle modalità d’accesso. E far conoscere i principi su cui le banche del tempo si fondano: dalla solidarietà alla capacità di essere una grande risorsa per il territorio” ha spiegato Mozzoni.


“ Abbiamo fondato la prima banca del tempo a Parma nel 1991 e per anni mi sono sentita molto sola. Ora grazie alle iniziative del coordinamento organizzato dalla Provincia abbiamo più strumenti per informare i cittadini sulla nostra esistenza” ha detto Rossi.

A Felino il promoter della banca del tempo nel 2005 è stato il Comune. Ora c’è un gruppo coeso che lavora bene. Per noi la settimana del tempo è un’occasione utile per divulgare i principi su cui si fonda la banca del tempo da quelli solidaristici alla costruzione di reti di collaborazione con altre realtà del territorio” ha sottolineato Trombi.

“ Anche a Neviano la Banca del tempo è supportata dal Comune e agisce in due ambiti: lo scambio di saperi e la solidarietà come con gli anziani del Centro diurno, un’attività che impegna molto i soci” ha precisato Devincenzi.


La settimana del tempo offre molte occasioni di incontro: si spazia da spettacoli teatrali a banchetti eno-gastronomici ed informativi, da mercatini dell’usato e dello scambio di oggetti in disuso a piacevoli passeggiate in compagnia nelle colline del nostro territorio. Soprattutto grazie al supporto del coordinamento provinciale è stata creata una rete di incontri nelle varie sedi di Banche del tempo insieme a momenti promozionali per farsi conoscere e raccogliere nuovi iscritti.

La prima iniziativa sarà in città il 19 con un banchetto informativo che si terrà, grazie alla collaborazione con la Direzione generale del Centro commerciale, al “Panorama” . Poi il 20 a Neviano con un altro punto di informazione nella Festa delle rose. Sempre il 20 a Felino ci sarà lo spettacolo “Commedianti per caso” messo in scena dai soci della locale banca del tempo. Il 23 a Sorvolo la banca del tempo va al mercato. Il 27 a sala baganza le banche del tempo di sala e Collecchio promuove un banchetto sul riuso di oggetti. Dulcis in fundo il 2 giougno a Felegara, in collaborazione con il centro sociale “La locomotiva”, si terrà una camminata in compagnia “fra papaveri e papere”.

Un tempo lungo un anno

Il 2007 è un anno prolifico per la esperienze di bdt locali, in cui si sono svolti diversi momenti di incontro e iniziative a cominciare dal seminario regionale del 31 marzo, che messo a confronto un centinaio di ospiti tra le bdt provinciali e quelle della regione, una iniziativa di successo e un’ottima occasione per divulgarne i valori.

Con la nuova edizione del giornalino “Dai tempo al tempo!”, realizzato dall’assessorato alle Politiche sociali e sanitarie della Provincia e distribuito su tutto il territorio provinciale, si è creato uno spazio per fornire una panoramica sul funzionamento generale della bdt e far parlare direttamente le singole esperienze locali. Il giornale pubblica inoltre notizie ed attività in corso di realizzazione a cura delle varie bdt: intende quindi essere un importante strumento a servizio del cittadino che desidera approfondirne la conoscenza e attivarsi presso il proprio quartiere o il proprio Comune di riferimento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ultima arrivata la borsa in tela, comoda per la spesa o i libri di scuola, con il logo che le bdt hanno scelto per rappresentarle, uno slogan identificativo che stimoli chi lo legge a volerne sapere di più. La borsa è stata personalizzata per ciascuna sede con i propri recapiti telefonici e potrà essere un nuovo, accattivante strumento promozionale, adatto soprattutto al coinvolgimento dei più giovani.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -