PARMA - Violenza alle donne, al via la terza edizione del premio ''Colasanti � Lopez''

PARMA - Violenza alle donne, al via la terza edizione del premio ''Colasanti – Lopez''

PARMA - È una delle iniziative messe in campo dalla Provincia di Parma in occasione della “Giornata internazionale contro la violenza alle donne”. È la terza edizione del premio Colasanti-Lopez dedicato a Donatella Colasanti e a Maria Rosaria Lopez, vittime dell’atroce episodio di violenza conosciuto come il “massacro del Circeo”.


Promosso dalla Provincia di Parma in collaborazione con il Centro antiviolenza, il Centro italiano femminile, l’Associazione cattolica internazionale al servizio della giovane e il Comitato Montanarainsieme, il premio vuole sensibilizzare i giovani sul tema della violenza alle donne. La novità di quest’anno è la collaborazione al progetto di Maschile Plurale, un’associazione costituita da uomini con l’intento di attivare azioni di contrasto alla violenza alle donne.

Il bando, che si aprirà il 25 novembre, fissa il termine di presentazione dei lavori al 30 aprile 2008. Ogni opera dovrà esprimere concetti, strumenti e modalità di azione utili a promuovere e sostenere una campagna di comunicazione contro la violenza alle donne, considerandone gli aspetti giuridico, sociale e psicologico.


I progetti potranno essere presentati in forma di disegno o pittura, reportage fotografico, campagna di comunicazione (slogan, cartellonistica), rappresentazione artistica/teatrale, videoclip, spot (video, audio/video), cd musicale, ipertesto.


Per offrire un supporto all’elaborazione dei progetti, il Centro antiviolenza, il Centro italiano femminile, l’Associazione cattolica internazionale al servizio della giovane e l’Associazione Maschile plurale si rendono disponibili ad incontri mirati con studenti e docenti per introdurre il tema da approfondire.


“La particolarità di questa iniziativa è che i ragazzi, le scuole, gli insegnanti, sono protagonisti della progettualità: noi diamo un contenitore e un obiettivo, sono loro a definire il percorso e il prodotto”, ha spiegato venerdì l’assessore provinciale alle Politiche sociali Tiziana Mozzoni, che ha aggiunto: “Per noi questo è un modo per parlare ai giovani e per lavorare con loro e con le associazioni di volontariato, perché c’è bisogno di creare una nuova cultura e una nuova sensibilità e le giovani generazioni sono fondamentali. La violenza alle donne è uno dei drammi dell’oggi, e i dati ufficiali rispecchiano solo una parte del problema reale: c’è un sommerso enorme a cui non arriviamo. Per tutto questo c’è bisogno di una risposta e di una legislazione nuova, ma prima di tutto c’è bisogno di prevenzione: c’è bisogno di una cultura e di una sensibilità diverse”.


Convinta l’adesione del Centro di aiuto alla vita e del Comitato italiano femminile. “L’esperienza condotta sin qui ha dato secondo noi risultati molto soddisfacenti, grazie ai ragazzi e anche all’impegno e alla disponibilità degli insegnanti”, ha detto Mariangela Veli Cogna del Centro di aiuto alla vita, che ha sottolineato: “L’aspetto importante che mi preme rimarcare è che un’iniziativa come questa ci permette di lavorare sulla prevenzione”. Per Rita Torti del Centro italiano femminile “questo progetto rappresenta un modo serio di far sinergia tra l’ente pubblico e le risorse che nella società ci sono e possono essere messe in circolo”.


I lavori presentati dalle scuole verranno giudicati da una apposita commissione di valutazione, costituita da un esperto di comunicazione, da un tecnico pedagogista o sociologo, da volontarie e volontari delle associazioni, dal dirigente del Servizio Politiche Sociali della Provincia di Parma. La valutazione dei prodotti sarà effettuata in base alla immediatezza del messaggio proposto e alla coerenza con la tematica da approfondire. I primi tre progetti ritenuti più efficaci dal punto di vista comunicativo saranno proclamati vincitori (primo, secondo e terzo premio), indipendentemente dalla sezione di attività scelta.


La premiazione dei vincitori avverrà a Parma nel maggio 2008, nell’ambito della festa del Quartiere Montanara. I premi, offerti dal Comitato Montanarainsieme e dalla Provincia di Parma, consistono in strumentazione digitale audio-video.


Per assicurare l’adesione ancor più numerosa delle scuole e quindi un maggiore coinvolgimento di ragazzi, in questa terza edizione è stata prevista l’erogazione di un contributo di € 100,00 agli istituti che concorreranno con un proprio progetto, quale sostegno alle spese che si renderanno necessarie per la creazione delle opere in concorso.


Sempre nell’ambito dell’iniziativa, nei primi giorni di dicembre al Cinema Edison è in programma la visione gratuita riservata alle scuole del film “Sotto Accusa”; il film narra la sofferta vicenda giudiziaria di una giovane ragazza, vittima di uno stupro di gruppo. La visione del film sarà preceduta dalla proiezione del cortometraggio prodotto dal Liceo d’Arte Toschi in occasione del concorso.


Tutte le informazioni sul concorso e la visione dei progetti presentati nella precedente edizione, sono reperibili nello speciale del sito www.sociale.parma.it.




Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -