PARMALAT - Difesa Bonici: ''Si rischia duplicazione processo e dilatazione tempi''

PARMALAT - Difesa Bonici: ''Si rischia duplicazione processo e dilatazione tempi''

Parma, 31 gen. - (Adnkronos) - Con la decisione del Gup di Parma, Domenico Truppa, di non accogliere l'istanza di riunificazione dei tre filoni di inchiesta relativi a Parmalat, Ciappazzi e Parmatour "si rischia una duplicazione del processo e una dilatazione dei tempi e delle energie".

Questo il commento di Antonio Tuccari, avvocato difensore di Giovanni Bonici, ex presidente di Parmalat Venezuela e Bonlat, che si riferisce, in particolare, ai filoni relativi al crac dell'e'x colosso del latte di Collecchio e a quello che riguarda la holding del turismo, che vedono imputati 62 persone il primo e 48 il secondo, molti dei quali coinvolti in entrambi i processi.

Piu' senso ha la decisione se riferita al caso delle acque Ciappazzi, perche', secondo il difensore di Bonici, gli imputati sono soltanto 8". "Quello dei giudici - aggiunge - e' un grandissimo problema per Parma, perche' siamo una micro struttura, anche se ha reagito meglio di una maxistruttura anche grazie a questi sindaco (Elvio Ubaldi) e alla giunta che hanno messo a disposizione l'Auditorium (Paganini). Non vorrei che da parte del settore giustizia ci fosse una sottovalutazione rispetto ai collegi che saranno necessari".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -