Patenti facili, sgominata un'organizzazione: 36 arresti

Patenti facili, sgominata un'organizzazione: 36 arresti

Patenti facili, sgominata un'organizzazione: 36 arresti

FOGGIA - Bastavano circa 2mila euro per prendere la patente in modo semplice ma illegale. Gli agenti della Squadra Mobile di Foggia, al termine di un'indagine iniziata nel novembre del 2008, ha eseguito ben 66 ordinanze di custodia cautelare, di cui 36 agli arresti. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, per superare i quiz venivano usate sofisticate ricetrasmittenti. In alcuni casi componenti dell'organizzazione si sostituivano al candidato che si sottoponeva all'esame.

 

Bastava uno scambio di fotografie sui documenti ed il gioco era fatto. A chiedere i provvedimenti il pm Domenico Minardi, firmati successivamente dal gip di Foggia, Enrico Di Dedda. Le accuse, a vario titolo, sono di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di più delitti, come truffa ai danni della Motorizzazione Civile di Foggia e Bari, corruzione, sostituzione di persona, falsità materiale e ideologica.

 

Sono quindici le persone finite in carcere; 21 agli arresti domiciliari; 28 quelle sottoposte all'obbligo di dimora; due le persone sottoposte all'obbligo di firma. Sei indagati dovranno rispondere anche dell'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.

Alcuni provvedimenti cautelari sono stati eseguiti in provincia di Milano, Parma, Mantova, Vicenza, Campobasso e Bari. Tra gli arrestati ci sono anche il direttore della Motorizzazione civile di Foggia (già arrestato per simili fatti nel 1987 quando era direttore della Mctc di Ravenna) ed i titolari di due autoscuole di Foggia, che sono state sequestrate.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -