Pd, Veltroni se ne va. Vasco Errani: "Serve subito un rilancio"

Pd, Veltroni se ne va. Vasco Errani: "Serve subito un rilancio"

Walter Veltroni a Bologna il 7 febbraio scorso

Le dimissioni del segretario nazionale Walter Veltroni dalla guida del Partito democratico, provocano reazioni sorprese e preoccupazione anche tra i democratici dell'Emilia-Romagna. Vasco Errani, presidente della Regione, definisce il Pd "un progetto in cui credo ancora molto ma che e' necessario rilanciare al piu' presto". Un rilancio che, secondo le parole del governatore, deve cominciare nell'immediato con scadenze importanti" come le amministrative e le europee.

 

Un rilancio, secondo Errani, che va pensato "dal punto di vista strategico e politico gia' a partire dalla prossima settimana" glissando pero' sulla possibilita' che il ministro ombra Pierluigi Bersani possa succedere a Walter Veltroni: "Ne parleremo piu' avanti, in un secondo momento".

 

Il segretario regionale del Pd, Salvatore Caronna, invoca il coinvolgimento dei territorio nella gestione della delicata fase del dopo-Veltroni. "Ora si apre una fase particolarmente difficile, complessa e delicata", afferma Caronna in una nota firmata assieme agli altri colleghi segretari regionali come Andrea Manciulli (Toscana), Maurizio Martina (Lombardia), Sara Giannini (Marche) e Maria Pia Bruscolotti (Umbria).

 

Per questo "e' indispensabile coinvolgere tutte le realta' territoriali nella definizione del percorso di gestione e di rilancio del partito. In questo contesto, dunque- si legge nella nota congiunta- e' necessario ed urgente convocare rapidamente la Conferenza dei segretari regionali per concordare le scelte e le decisioni che andranno assunte".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La decisione di Veltroni viene definita come "un gesto di rara e grande generosita' nei confronti del progetto del Partito Democratico", nonché di una scelta "difficile e dolorosa che dimostra una passione civile e morale di altissimo livello". Vengono poi ribadite "stima e ringraziamento" al segretario dimissionario "per l'impegno che ha saputo promuovere nel lavoro di nascita e costruzione del Partito Democratico".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -