Pedofilia nel clero in Irlanda, il Papa: ''I responsabili pagheranno''

Pedofilia nel clero in Irlanda, il Papa: ''I responsabili pagheranno''

Pedofilia nel clero in Irlanda, il Papa: ''I responsabili pagheranno''

CITTA' DEL VATICANO - Sono parole di rabbia e vergogna quelle scelte da Benedetto XVI per rivolgersi ai vertici della Chiesa irlandese, convocata sul "rapporto Ryan", un documento che prova come per decine di anni siano stati commessi abusi su bambini da parte di esponenti del clero in Irlanda e come questi siano stati passati sotto silenzio da parte dei responsabili ecclesiastici che avrebbero dovuto denunciare e tutelare. Il Papa ha parlato di "crimini odiosi".

 

Promettendo che tutti i responsabili pagheranno, scriverà una lettera ai cattolici irlandesi. ''In tal modo - ha spiegato padre Federico Lombardi - il Papa intende dare delle indicazioni concrete e non solo esprimere il rammarico, per dare una risposta a una situazione drammatica''. Ancora, ha aggiunto il direttore della Sala stampa vaticana, ''data l'urgenza del problema, pure se non esiste ancora una data per la pubblicazione del documento, i tempi non saranno lunghi''.

 

Il Papa, viene spiegato, è "sconvolto e angosciato, condivide la rabbia, il senso di tradimento e la vergogna provate da così tanti fedeli cattolici irlandesi» e la Chiesa continuerà a seguire questa «grave questione con la massima attenzione". Tre giorni fa era stato il Nunzio apostolico in Irlanda, Giuseppe Leanza, a scusarsi per "eventuali errori" commessi dalla Santa Sede.

 

"Noi condanniamo questi atti ma se dovesse emergere che un qualunque errore è stato commesso da parte nostra presentiamo le nostre scuse", ha detto al termine di un incontro con il ministro degli esteri irlandese Michael Martin.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -