Personaggio dell'anno, i vincitori

Personaggio dell'anno, i vincitori

Laura Pausini, vincitrice del sondaggio sul ravennate dell'anno

Si sono chiuse alla mezzanotte di domenica sera le votazioni per il personaggio dell'anno nelle quattro principali città romagnole. A Cesena il testa a testa più frenetico, che ha visto la vittoria in extremis di Pier Paolo Bisoli, allenatore della formazione di calcio di serie B. Duello anche a Rimini, dove l'ha spuntata il motociclista Marco Simoncelli. A Forlì trionfo del deputato leghista Gianluca Pini, mentre a Ravenna è la cantante Laura Pausini da Solarolo ad aggiudicarsi il titolo.

 

Quella di Cesena è stata la sfida più avvincente in assoluto, con un confronto diretto tra Bisoli e il sindaco neo eletto Paolo Lucchi. Alla fine il mister bianconero è riuscito ad aggiudicarsi il titolo con il 46,8% dei consensi, contro il 44,1% del primo cittadino. La polarizzazione della sfida tra i due cesenati eccellenti, ha azzerato i consensi per tutti gli altri candidati. La classifica, prosegue con Paolo Cevoli al terzo posto, seguito da Nerio Alessandri (numero uno di Technogym), dall'artista Ilario Fioravanti, Igor Campedelli (presidente del Cesena Calcio), Massimo Bulbi (presidente della Provincia) e Laura Bianconi (senatrice del Pdl).

 

A Forlì vittoria con ampio margine per l'unico deputato forlivese presente in parlamento, il leghista Gianluca Pini, che ha riscosso il 33,1% dei consensi. Il sindaco Roberto Balzani si è piazzato secondo con il 21%, terzo il suo sfidante Alessandro Rondoni (16,1%). Quarto posto per Muller Fabbri, miglior giovane ricercatore negli Stati uniti (12,5%), quinto per Raffaella Pirini (7,5%) leader del movimento DestinAzione Forlì. Completano la classifica Venerino Poletti (primario di Pneumologia), Andrea Dovizioso (motociclista), Marino Bartoletti (giornalista sportivo e leader di "Viva Forlì"), Simona Galassi (campionessa del mondo di pugilato), Matteo Montaguti (ciclista professionista).

 

Anche a Rimini sfida all'ultimo voto tra il vincitore finale, Marco Simoncelli (già campione del mondo e protagonista della classe 250 del motomondiale) che ha ottenuto il 47,9% dei consensi, e Ciri Ceccarini (cantante impegnato nella lotta contro l'omofobia) che ha ottenuto il 42,2%. Molto più indietro tutti gli altri concorrenti, che sono nell'ordine: Andrea Muccioli (patron di San Patrignano), Stefano Vitali (presidente della Provincia), Francesco Lambiasi (vescovo di Rimini), Marco Lombardi (candidato presidente della Provincia, arrivato al ballottaggio) e Manlio Maggioli (presidente della Camera di commercio) che curiosamente non ha ottenuto neppure una preferenza sulle oltre mille espresse nel solo sondaggio per il riminese dell'anno.

 

A Ravenna, infine, ampia vittoria di Laura Pausini, la cantante di Solarolo che con il suo terzo 'oscar' della canzone latino-americana si è confermata una delle grandi protagoniste della musica internazionale. Quella di Laura è la vittoria con il margine più ampio, avendo ottenuto il 68,3% dei consensi. Seguono Roberto Saviano, da poche settimane cittadino onorario di Ravenna, e la campionessa olimpica Josefa Idem. Completano la classifica Riccardo Muti ('padre' del Ravenna Festival), Fabrizio Matteucci (sindaco), Marco Melandri (pilota della MotoGp), Vasco Errani (presidente della Regione), Giorgio Gaudenzi (docente ed educatore recentemente scomparso).  

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -