Perugia, studentessa morta. Accertamenti sul fidanzato

Perugia, studentessa morta. Accertamenti sul fidanzato

Perugia, studentessa morta. Accertamenti sul fidanzato

Resta ancora misteriosa la fine di Elisa Benedetti, la venticinquenne di Città di Castello il cui corpo è stato trovato lunedì mattina in un bosco vicino al torrente Ventia, nelle campagne in provincia di Perugia, in località Casa del Diavolo. I Carabinieri di Firenze hanno identificato un giovane di 28 anni, che mercoledì mattina si è presentato in una banca di  Firenze tentando di prelevare dei soldi utilizzando una carta bancaria di Elisa. Il bancomat era stato bloccato già martedì.

 

Il giovane, che vive a Firenze con i genitori ed è di origini brasiliane, ha detto di essere il fidanzato di Elisa. Non è ancora chiaro se il ragazzo abbia tentato di usare la carta bancomat oppure se, come lui sostiene si sia presentato nell'agenzia della Cassa di Risparmio di Firenze con l'intento di consegnarla. La verità sulle ultime ore di vita della 25enne oltre che dall'autopsia potrebbe arrivare anche dalle verifiche che gli inquirenti stanno facendo sui telefoni cellulari della ragazza morta.

 

A quanto pare mancano all'appello i cellulari con cui Elisa ha chiesto aiuto. L'autopsia sul cadavere della ragazza sarà svolta mercoledì mattina dalla dottoressa Annamaria Verdelli. Gli accertamenti serviranno a capire se la giovane sia deceduta a causa del freddo. Nella stessa giornata, inoltre, verranno eseguiti gli esami tossicologici per verificare se la giovane abbia assunto sostanze stupefacenti prima di morire.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -