Pescara: in tribunale la vicenda di lady Bmw

Pescara: in tribunale la vicenda di lady Bmw

Torna a galla la storia di Susanne Klatten, la 46enne ereditiera della famiglia tedesca Quandt, che controlla la Bmw, che ha avuto il coraggio di denunciare Helg Sgarbi. E l'Italia si inserisce nella vicenda, con l'arresto di Ernani Barretta, l'italiano complice principale di Sgarbi, che pare realizzasse i video hard, con i quali poi Sgarbi ricattava le sue ricche prede. Al tribunale di Pescara, martedì, il gip Gabriella Tascone non ha ritenuto sufficienti le sue dichiarazioni per scarcerarlo.

 

Barretta ha sempre respinto le accuse. Davanti alla decisione del gip, il suo difensore, l'avvocato Tino Ciprietti, ha chiesto di interrogate tutti i protagonisti di questa vicenda, a partire da Sgarbi e dalle donne che sarebbero state vittima del playboy.

 

L'arresto di Sgarbi è avvenuto in seguito alla minaccia alla Kletton di divulgare le immagini dei loro incontri. Luomo chiede 49 milioni per non divulgare il dvd. Si accordano per 14 milioni, ma all'incontro il playboy truffatore finisce in manette.

 

 

 

 

 

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -