Petropulacos resta ufficialmente a Forlì. Zoffoli: "Ora regole chiare per area vasta"

Petropulacos resta ufficialmente a Forlì. Zoffoli: "Ora regole chiare per area vasta"

Licia Petropulacos-3

FORLI' - Licia Petropulacos resta ufficialmente direttrice generale dell'Ausl di Forlì: non diventerà il nuovo direttore del settore Sanità e welfare della Regione Toscana. Si è conclusa lunedì pomeriggio la seduta della giunta regionale a Firenze e la scelta per ricoprire questo ruolo è ricaduta su Beatrice Sassi, direttrice amministrativa dell'azienda ospedaliera universitaria "Careggi" di Firenze. Il decreto di nomina è arrivato questo pomeriggio e Sassi ha già firmato il contratto.  Licia Petropulacos, quindi, resta ufficialmente al vertice dell'Ausl forlivese.

 

Si chiude, in questo modo, la polemica che ha infuriato negli ultimi quattro giorni. Ma non senza strascichi. Paolo Zoffoli, sindaco di Forlimpopoli e presidente della Conferenza socio-sanitaria di Forlì, chiede infatti lo stop ad un'area vasta della sanità romagnola fatta di regole non scritte, "basata su un approccio approssimativo e volontaristico". Insomma, è diventata necessaria un' "organizzazione dell'area vasta secondo regole e procedure chiare, definite e approvate da tutti".

 

Niente più ambiguità, niente più 'taciti accordi', altrimenti "qualcuno si assume una responsabilità maggiore del suo mandato sulla carta". Il presidente della Conferenza sanitaria non invoca esplicitamente una legge regionale, ma demanda alla Regione "il compito di fare il primo passo". Anche se poi, aggiunge, "queste regole le dobbiamo discutere tra di noi, con la Regione che tiene i fili di questo tavolo in quanto superiore alla volontà delle quattro Ausl".

 

In ogni caso, non si tratta di alcun affondo del progetto: "Dell'Area vasta ne abbiamo bisogno come il pane, per continuare a garantire servizi sanitari di qualità", sempre Zoffoli. Il primo cittadino artusiano vedrebbe di buon occhio una rotazione alla guida dell'Area vasta, così come suggerito sia dal Pd che dal Pdl? "Non so se è meglio una rotazione o un organo sovra-ordinato", commenta. Tuttavia, è necessario che "qualcuno si assuma la responsabilità politica e direzionale delle scelte di area vasta", perché "ormai sull'Area vasta ci sono interessi troppo alti che non si possono regolare in modo volontaristico".

 

Sulla vicenda del giallo di venerdì delle dimissioni della direttrice Licia Petropulacos, Zoffoli rispolvera un suo vecchio "cavallo di battaglia": "La dice lunga il fatto che cercano la nostra direttrice dalla Toscana: ciò vuol dire che la nostra scelta sul suo nome non era dettata da schieramento politico, ma da un percorso volto a trovare una persona con le caratteristiche giuste". Insomma, "veramente abbiamo preso un Mourinho, perché è in gamba ed ora anche la destra ce lo riconosce".

 

Infine, per il presidente della Conferenza socio-sanitaria, nella gestione delle vicenda Petropulacos è stato importante che Forlì, a differenza di un anno fa, abbia avuto due consiglieri regionali di maggioranza di riferimento: "Con loro abbiamo due presenze in Regione che possono amplificare la nostra voce". Ammette Zoffoli: "Abbiamo un'ulteriore capacità contrattuale che prima era inferiore".

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di benpensante
    benpensante

    Come dire che Pedulli non contava niente !Pedulli sarà contento che Zoffoli lo definisca come uno che non ha amplificato la "nostra voce",ovvero che non ha contato nulla. Questo è ilmodo in cui il nuovo PD ringrazia chi lo ha servito per anni.

  • Avatar anonimo di ATTILA
    ATTILA

    Caro Sindaco zoffoli, se Lei fosse stato un Uccello sarebbe stata una quaglia. La quaglia non vola ma salta di quà e di là con un gran rumore ma poco volo. lei fu un grande sostenitore dell'area vasta, dicendo anche recentemente della qualitàdella scelta. Oggi cambia idea e dice 2 area vasta si , ma con regole e chiarezza...MA prima dov'era lei??. Dove era quando enfatizzò il lavoro di Mazzoni er poi trombarlo al primo segnale .. su quello poi si vedrà chi aveva ragione e se vweramente ... a livello superiore nessuno sapeva del deficit. E' certamente preoccupante come la destra e cioè Bartolini riesca a mettervi in scacco, facendovi fare la figura delle scimmie.. D'altronde il sindaco di forlì nel suo preoccupante silenzio sulla questione di Villa serena/villa igea sulla sulle questioni della sanità dimostra un imbarazzo inusuale.. Mi dica perch ? se lo sà?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -