PIACENZA - Auser e Ausl: volontari formati per una linea telefonica dedicata

PIACENZA - Auser e Ausl: volontari formati per una linea telefonica dedicata

PIACENZA - Auser e Ausl, in collaborazione con le associazioni Alzheimer e Parkinsoniani, impegnate insieme a sostegno delle famiglie di anziani affetti da demenza.

Si sta infatti concludendo in questi giorni la prima fase del progetto “Mi ricordo di te”, iniziativa che porterà alla istituzione, da gennaio 2008, di una linea telefonica sperimentale ad hoc per i parenti.


La proposta nasce dalla constatazione che le demenze, così devastanti ed invalidanti, oltre a portare al progressivo isolamento del malato da se stesso e dal mondo circostante, hanno un enorme impatto emotivo sui familiari. Accade così che, spesso, anche chi si prende cura di un proprio caro affetto da demenza può precipitare in una condizione di solitudine e lasciarsi andare al senso d’impotenza.


La linea telefonica di sostegno emotivo si propone di aiutare i familiari ad affrontare il vortice di emozioni che caratterizza questa situazione. Per essere efficace, l’iniziativa offrirà un ascolto competente, grazie alla presenza – dall’altro lato della cornetta - di volontari formati.

Gli otto candidati stanno affrontando, da settimane, un apposito corso di preparazione per svolgere al meglio il delicato compito che li attende da gennaio. L’attività formativa è volta a trasmettere nozioni teoriche e abilità comunicative, garantendo la supervisione costante di uno psicologo (la dottoressa Evelyn Uhunmwangho, referente scientifico del progetto) e l’apporto di competenze di una equipe multidisciplinare di professionisti che sono, a vario titolo, impegnati sul territorio nell’ambito delle demenze (Lucio Luchetti, Giordana Dordoni, Sergio Cammarata, Giuseppe Buonanno, Maria Rita Bonelli, Raimondo Scarano).


La linea telefonica “Mi ricordo di te” sarà presentata il 10 gennaio, prima dell’attivazione del servizio di consulenza (prevista per il 15 gennaio), con una apposita conferenza stampa congiunta di Auser, Ausl e associazioni Alzheimer e Parkinsoniani.


Il progetto, realizzato grazie al generoso contributo della Fondazione di Piacenza e Vigevano, è stato attivato in sinergia con l’ente regionale dedicato (SVEP).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -