Polemica a 'La Sapienza', il rettore: ''Caccerò i fannulloni''

Polemica a 'La Sapienza', il rettore: ''Caccerò i fannulloni''

Polemica a 'La Sapienza', il rettore: ''Caccerò i fannulloni''

ROMA - Scoppia la bufera all'Università ‘La Sapienza' di Roma. Contestato da docenti, ricercatori e studenti, il rettore Luigi Frati ha dichiarato il suo dissenso nei confronti della scelta di alcuni professori di bloccare gli esami in segno di protesta contro i tagli previsti dalla riforma Gelmini e dalla manovra finanziaria. "Non bisogna danneggiare gli studenti - ha detto Frati -. Mi auguro che non si vada avanti con un blocco degli esami per tutto il mese".

 

"Ci sono studenti che chiedono di fare gli esami", ha spiegato Frati mentre qualcuno dalla platea riunita in aula magna ha gridato 'vergogna'. Frati ha definito "folkloristiche" le iniziative di protesta annunciate dai docenti, come gli esami a lume di candela e in strada la prossima settimana.

 

Per Frati "l 30% dei ricercatori della facoltà di Giurisprudenza non ha prodotto nulla nell'ambito della ricerca scientifica e in generale alla Sapienza il 10% dei ricercatori non ha prodotto nulla in 10 anni. Queste persone vanno cacciate dall'università".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -