Polemica sull'area vasta: dopo le critiche della Uil arriva il sostegno della Cisl

Polemica sull'area vasta: dopo le critiche della Uil arriva il sostegno della Cisl

Polemica sull'area vasta: dopo le critiche della Uil arriva il sostegno della Cisl

BOLOGNA - La proposta di organizzazione sanitaria per aree vaste illustrata dall'assessore regionale alla Salute Carlo Lusenti trova l'appoggio della Cisl. "Per quanto riguarda la Cisl l'ultima ipotesi di delibera regionale sull'area vasta rimane un buon testo sul quale bisogna continuare a lavorare" questo il commento unanime di Maurizia Martinelli, della segreteria regionale Cisl e Roberto Pezzani, segretario regionale di FP Cisl.

 

La trattativa sulla regolamentazione delle aree vaste prosegue in Regione. "Gli obiettivi principali sono due: definire meglio le relazioni sindacali di tipo confederale a livello territoriale con l'obiettivo di avere dei tavoli di confronto preventivi sia con le conferenze sociali e sanitarie, sia con le aziende di area vasta sulle attività e sui servizi che vengono coinvolti; determinare strutture operative di area vasta che si avvalgano necessariamente di personale interno, primo fra tutti il Direttore Operativo che a nostro avviso deve essere un incarico assegnato a chi già opera all'interno delle Aziende sia per una doverosa prudenza sui costi che per valorizzare chi merita" spiegano Martinelli e Pezzani.

 

"Il confronto cominciato l'11 gennaio scorso ha fatto un notevole passo avanti con la presentazione di una seconda bozza di delibera, dove la Regione ha accolto alcune nostre obiezioni al primo testo". Il nuovo documento chiarisce in modo definitivo che sono confermate tutte le prerogative di responsabilità e di autonomia delle singole aziende sanitarie, perciò viene interamente salvaguardata la contrattazione di secondo livello, la cui titolarità rimane in capo alle categorie sindacali e alle Rsu aziendali.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Pertanto", osservano gli esponenti di Cisl, "le aree vaste restano, così come le avevamo volute definire sul piano socio sanitario regionale, delle articolazioni funzionali che hanno lo scopo di organizzare congiuntamente fra le aziende attività e servizi, razionalizzare gli ambiti di riferimento, produrre economia di scala in grado di fare risparmi, dare agli utenti maggiore qualità e specializzazione nelle prestazioni sanitarie. L'altro elemento determinante che abbiamo chiarito - concludono i sindacalisti Cisl - é il ruolo delle conferenze territoriali sociali e sanitarie, alle quali viene riconosciuta pienamente la loro funzione programmatoria e alle quali le aziende, devono continuare a rispondere anche in merito alle attività di area vasta".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -