POLITICA - Le proposte di Confservizi per ridurre i costi

POLITICA - Le proposte di Confservizi per ridurre i costi

BOLOGNA - Superare le attuali Agenzie Locali (Ato, Mobilità ecc) allocando le loro funzioni alle Province o ai Comuni capoluogo o in alternativa ad un’unica Agenzia locale competente per tutti i servizi pubblici; in secondo luogo dare vita ad un’unica Autorità regionale “terza” cui attribuire tutte le funzioni di regolazione dei servizi idrici, per i rifiuti, di trasporto ed energetici.


Sono queste le proposte di Confservizi Emilia – Romagna per rendere meno costosa la governance di gestione dei servizi pubblici locali, riorganizzando e rafforzando il potere pubblico e nello stesso tempo qualificando i servizi, temi su cui l’Associazione regionale delle Public Utilities ha posto da tempo l’attenzione.


Questa soluzione - commenta il presidente di Confservizi ER Graziano Cremonini – consentirebbe di concretizzare il processo di distinzione delle funzioni tra i diversi soggetti in campo.


In particolare, Regione, Enti locali ed Autorità potrebbero rafforzare il loro ruolo di governo e di controllo, superando il conflitto d’interesse degli Enti locali, contemporaneamente titolari, regolatori, programmatori, affidatari, controllori dei servizi e proprietari dei loro soggetti gestori.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Le Aziende di gestione – continua Cremonini – potrebbero aggregarsi e potenziarsi su larga scala, agendo in piena autonomia e con criteri imprenditoriali, alla pari e come qualsiasi altra impresa. In questo modo, si raggiungerebbe anche l’obiettivo, perseguito da tempo dalle istituzioni regionali di governare di più e gestire di meno, superando la sovrapposizione di poteri e di funzioni. In definitiva, una soluzione di questo genere potrebbe realizzare un’amministrazione più razionale, omogenea, trasparente ed efficiente per i cittadini – consumatori”.





Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -