Pomigliano, accordo firmato senza la Fiom

Pomigliano, accordo firmato senza la Fiom

Pomigliano, accordo firmato senza la Fiom

Arriva il sì di sindacati (esclusa la Fiom) e azienda per il contratto di riassunzione dei 4600 lavoratori dello stabilimento campano. Aumenti salariali intorno ai 360 euro lordi annui. L'accordo è stato siglato tra  Ugl, Fim, Uilm, Fismic e l'associazione dei quadri Fiat da una parte e la casa del Lingotto dall'altra. Da genanio 2011 i lavoratori saranno assunti dalla newco sulla base dell'accordo separato datato 15 giugno 2010. A Pomigliano da dicembre 2011 si produrrà la nuova Panda.

 

"La firma del contratto collettivo che verrà applicato ai lavoratori assunti dalla nuova società Fiat di Pomigliano consolida l'investimento promesso, e già avviato, mentre migliora le condizioni retributive e le potenzialità di progressione reddituale e professionale dei lavoratori", afferma il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, commentando l'accordo raggiunto.

 

La Fiom è sul piede di guerra. E' già  stato proclamato uno sciopero di 8 ore per il 28 gennaio. "L'obiettivo strategico della Fiat è chiaro - afferma il sindacato dei metalmeccanici della Cgil - provare a cancellare in modo definitivo il sistema dei diritti individuale e collettivi nel lavoro".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -