Portico: arrestato un clandestino, tutta colpa della sceneggiata d'amore

Portico: arrestato un clandestino, tutta colpa della sceneggiata d'amore

Portico: arrestato un clandestino, tutta colpa della sceneggiata d'amore

PORTICO - Dovrà tornarsene nel suo paese, tutto per colpa di un litigio d'amore. E' l'epilogo della storia per un marocchino di 26 anni, che ha fatto una sceneggiata contro l'ex ragazza e il nuovo compagno, in strada lungo la statale del Muraglione. Il forte litigio ha attirato l'attenzione di alcuni automobilisti che hanno chiamato la polizia. La Stradale, intervenuta sul posto, ha constatato che il giovane era irregolare. E' successo domenica mattina nel comune di Portico.

 

Secondo quanto ricostruito dagli agenti, il 26enne era arrivato in corriera da Gambettola, per affrontare il rivale in amore, e contendergli una giovane marocchina di 20 anni che lavora a Portico in un'azienda di uova. Quando è arrivata l'auto con a bordo il nuovo compagno, marocchino di 34 anni, e la giovane il clandestino ha bloccato il mezzo, mettendosi in mezzo alla strada, quindi avrebbe anche preso le chiavi dell'auto e le avrebbe lanciate nella neve, proprio per impedire una fuga.

 

Ne è dato un diverbio, interrotto solo dall'arrivo degli agenti della Polizia Stradale di Rocca San Casciano. Al controllo dei documenti, sono risultati tutti in regola, meno il giovane respinto, che prima ha accampato scuse sul fatto che era privo di documenti di riconoscimento, poi, portato in questura, è risultato dalle impronte digitali essere clandestino. Era già stato espulso con un alias, ma aveva fatto ritorno in Italia, sempre illegalmente, col suo vero nome. Per questo la storia è finito con l'arresto per clandestinità. Sarà processato per direttissima.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -