Posticipati i saldi invernali, si parte il 6 gennaio

Posticipati i saldi invernali, si parte il 6 gennaio

Posticipati i saldi invernali, si parte il 6 gennaio

La Giunta regionale ha deliberato la data di inizio dei saldi invernali, che partiranno in tutta l'Emilia-Romagna il 6 gennaio, giorno dell'Epifania; sarà questa la data a valere per l'avvio dei saldi invernali anche per il futuro. Tale scelta risponde alla richieste avanzate dalle Associazioni di rappresentanza del commercio, che ha consentito di allineare l'Emilia-Romagna con quanto già previsto nelle regioni limitrofe, in primis Lombardia e Veneto. I saldi sarebbero altrimenti iniziati il 1 gennaio.

 

Questo per permettere alle attività interessate di effettuare le vendite di fine stagione nel periodo immediatamente successivo alle festività natalizie.

 

"Crediamo - sottolinea il presidente di Fismo-Confesercenti Cesenate, Patrizia Greco - che l'individuazione di una data certa e univoca per l'inizio delle vendite di fine stagione, coincidente con la festività che tradizionalmente conclude il periodo Natalizio, possa rappresentare un vantaggio tanto per le nostre imprese, in grado di attuare una programmazione più accorta delle proprie attività, quanto per la clientela, in un periodo non facile dal punto di vista dei consumi".

 

"La crisi attuale - continua la Greco - ha inciso pesantemente sui bilanci delle imprese del settore e questo modesto spostamento in avanti della data di inizio dei saldi rappresenta un primo passo verso una modalità di effettuazione dei saldi più vicina al termine reale della stagione".

 

"Il posticipo della data dei saldi - aggiunge Maria Luisa Pieri, segretario Fismo-Confesercenti Cesenate - riporta l'attenzione sull'esigenza, manifestata degli stessi operatori, di riconsiderare i periodi delle vendite di fine stagione in modo da renderli maggiormente rispondenti alle evoluzioni della domanda degli ultimi anni e alle esigenze degli stessi operatori".

 

"Questa modifica - sottolinea la Pieri - speriamo rappresenti l'inizio di una inversione di tendenza che collochi i saldi in date non troppo anticipate. Insieme a ciò però occorrerebbe anche una regolamentazione delle vendite promozionali onde non vanificarne l'effetto".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -