Predappio: a Casa Mussolini le opere di Andy Warhol, Dalì e De Chirico

Predappio: a Casa Mussolini le opere di Andy Warhol, Dalì e De Chirico

"Il pattinatore" di Andy Warhol

PREDAPPIO - L'arte del '900 in uno dei luoghi che hanno visto passare la storia del secolo scorso. Dal 4 aprile al 2 giugno la Casa natale di Benito Mussolini, a Predappio, ospita la mostra di opere pittoriche e sculture "Orme del Novecento. Da De Chirico a Hirst, da Ruffini a Samorì". Esposti i capolavori di protagonisti del panorama artistico nazionale e internazionale del XX Secolo come il maestro della pop art Andy Warhol, Salvador Dalì e Giorgio De Chirico.

 

Tra gli altri anche Lucio Fontana, il pittore dei "tagli", Felice Casorati, Mario Schifano, Mattia Moreni e il contemporaneo Damien Hirst. Accanto ai grandi artisti spazio alle opere di pittori e scultori meno noti al grande pubblico: Nicola Samorì, Ruffini e Pierluigi De Lutti, solo per citarne alcuni (inaugurazione sabato 4 aprile alle 17,30, Casa natale di Benito Mussolini, via Varano Costa n. 16/18, ingresso anche da piazza Garibaldi, aperto venerdì, sabato, domenica e festivi dalle 14,30 alle 18,30, nelle altre giornate apertura per gruppi previa prenotazione al tel. 0543.921711, ingresso: intero Euro 5,00 ridotto Euro 3,00).

 

Le opere, oltre 70, provengono da importanti collezioni private romagnole. Grande attesa per "Flowers" e "Il pattinatore" di Warhol, "Donna contesa" di Dalì, "Grafica della 2RC" di Fontana e "Il Consolatore" di De Chirico. Poi si va dal "Quadro egiziano" di Schifano all'intarsio su legno "Neoclassico" di Ugo Nespolo, passando per "Le dormienti" di Casorati e "Particolare" di Aldo Mondino. Al "Cerchio rosso" di Mimmo Germanà il compito di rappresentare il movimento della Transavanguardia. In arrivo anche opere del britannico Damien Hirst, uno degli artisti contemporanei più in vista.

 

La mostra, curata dal critico Enzo Dall'Ara, è promossa dal Comune di Predappio con il patrocinio della Provincia di Forlì-Cesena e della Comunità Montana dell'Appennino forlivese. Il catalogo è di Christian Maretti Editore. "Orme del Novecento" fa parte delle iniziative che l'amministrazione comunale predappiese dedica alla riflessione e all'approfondimento sulla storia, l'arte e la cultura del secolo scorso.

 

Arrivare a Predappio per vedere la mostra offre l'occasione per andare alla scoperta della cittadina romagnola, del territorio circostante e del ricchissimo patrimonio enogastronomico.

 

Predappio è una città di fondazione - quei centri abitati nati da un preciso progetto urbanistico - sorta durante il fascismo. Passeggiando per il paese si incontrano le tappe del Museo Urbano, un percorso che unisce gli edifici progettati secondo lo stile razionalista da architetti di fama come Florestano Di Fausto.

 

E sono sufficienti pochi minuti di auto per raggiungere due imponenti rocche: quella che domina il borgo medievale di Predappio Alta e la Rocca delle Caminate.

 

Un souvenir per gli amanti del bere bene? Una bottiglia di Sangiovese di Romagna DOC prodotto da una delle cantine aderenti all'Associazione per la promozione del Sangiovese di Predappio e territori limitrofi.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Info e prenotazioni: Comune di Predappio - Ufficio Relazioni con il Pubblico - Piazza S. Antonio 3 - 47016 Predappio (FC) - Tel. 0543.921711 - Fax 0543.923417 - urp@comune.predappio.fo.it - www.comune.predappio.fo.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -