Predappio: passate le polemiche della "cena col duce", si celebra Adone Zoli

Predappio: passate le polemiche della "cena col duce", si celebra Adone Zoli

Predappio: passate le polemiche della "cena col duce", si celebra Adone Zoli

PREDAPPIO - Dopo le recenti polemiche sulla "cena con Mussolini", la contestata iniziativa di Casa Artusi che ha abbinato l'eno-gastronomia alla storia fascista, Predappio commemora un suo figlio "meno contestabile": si tratta di Adone Zoli, presidente del Consiglio per circa un anno dal 1957 al 1978, uno dei maggiori esponenti della Democrazia Cristiana degli anni Cinquanta. A giugno lo statista sarà ricordato con un convegno ed una mostra.

 

A parlarne è il sindaco di Predappio Giorgio Frassineti. Zoli è discendente di una famiglia di Predappio Alta ed è sepolto nel cimitero di San Cassiano, lo stesso in cui si trova una ben più ingombrante salma, quella di Benito Mussolini. Esercitò la professione forense in diverse città italiane, prima di approdare a Roma. Già nel 1948 fu eletto nelle fila della Democrazia Cristiana.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -