"Preveni...Amo": la prevenzione inizia dai giovani e 'sbarca' su Facebook

La pagina ha lo scopo di ridurre lo spazio che allontana il mondo dei professionisti sanitari e quello dei ragazzi e contiene la descrizione dell’iniziativa, le foto e i video registrati durante gli eventi

E' online la pagina Facebook di "Preveni..Amo", un “contenitore” che ha lo scopo di creare consapevolezza sulle conseguenze cliniche dell'evento traumatico (incidente stradale) per evitare e prevenire i politraumi ed è rivolto a un pubblico di età adolescenziale (classi quarte e quinte delle scuole superiori). La pagina Facebook ha lo scopo di ridurre ulteriormente lo spazio che allontana il mondo dei professionisti sanitari e quello dei ragazzi e contiene la descrizione dell’iniziativa, le foto e i video registrati durante gli eventi. I ragazzi avranno così l’opportunità di rivedere alcuni momenti salienti, lasciare i propri commenti e le proprie riflessioni sull’evento, porre domande ai medici.

L’idea nasce da un'idea dei medici del Trauma Center di Cesena-Ausl Romagna e di Parma, in contatto quotidiano con il dramma del trauma, specie in età giovanile. Peculiare è la modalità con cui ci si propone di fare prevenzione: oltre a spiegare e ricordare le più aggiornate linee guida di corretto comportamento, si punta a far conoscere ai più giovani le estreme conseguenze del mancato rispetto delle regole stradali. Durante la mattinata vengono proiettati diversi video girati nelle realtà ospedaliere coinvolte nella cura del malato traumatico, mostrati i professionisti della rete traumi Siat Romagna all’opera tra pronto soccorso, sala operatoria e rianimazione, infine vengono presentate le testimonianze di pazienti ormai dimessi, che raccontano dei drastici cambiamenti da loro percepiti nella qualità di vita e nella percezione della vita stessa e quelle di professionisti del motociclismo, che parlano del corretto comportamento da tenere alla guida, anche nelle gare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Responsabili scientifici degli eventi romagnoli sono Luca Ansaloni (Direttore U.O. Chirurgia d'urgenza-Cesena), Vanni Agnoletti (Direttore U.O. Anestesia e Rianimazione- Cesena) e Costanza Martino (medico U.O. Anestesia e Rianimazione-Cesena). Le iniziative di Preveni..,Amo sono organizzate grazie al contributo dell'Ausl Romagna e della Astra Onlus, associazione fondata da medici della U.O. Anestesia e Rianimazione–Cesena, e con il patrocinio dei Comuni di Forlì e Cesena e del Provveditorato agli Studi di Forlì - Cesena. Il prossimo incontro é programmato per il 17 novembre a Ravenna.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -