Primo intervento al mondo a Roma: cuore artificiale su un 15enne

Primo intervento al mondo a Roma: cuore artificiale su un 15enne

ROMA - Un cuore artificiale lungo 4 centimetri ed è stato inserito nel ventricolo sinistro collegato con l'aorta ascendente di un ragazzo di 15 anni. L'intervento, durato circa dieci ore, è stato effettuato giovedì scorso dall'equipe di cardiochirurgia dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, coordinata dal cardiochirurgo Antonio Amodeo. La vera novità dell'operazione sta nel fatto che il cuore meccanico impiantato nel torace del ragazzo è permanente.

 

L'apparecchio è una sorta di pompa idraulica attivata elettricamente che è stata interamente collocata dentro il torace per ridurre i rischi di infezione. L'alimentazione elettrica è realizzata attraverso uno spinotto collocato dietro l'orecchio sinistro del ragazzo al quale è collegata la batteria che il paziente porta alla cintura.

 

Il ragazzo operato a Roma era colpito da una malattia che impediva l'iscrizione in lista d'attesa per il trapianto di cuore. Di qui la decisione di offrire al 15enne l'unica alternativa terapeutica al processo generativo che lo avrebbe portato brevemente alla morte.

 

"Vogliamo dare un vita più simile a quella reale, anche se il ragazzo deve essere sempre  sotto controllo costantemente", ha affermato Amodeo. In merito alle aspettative di vita del ragazzo dal cuore artificiale il medico ha spiegato che "sono di 20-25 anni".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -