Processo a Dell'Utri, Gatto: "Mangano assunto per interessi diversi da quelli agricoli"

Processo a Dell'Utri, Gatto: "Mangano assunto per interessi diversi da quelli agricoli"

Processo a Dell'Utri, Gatto: "Mangano assunto per interessi diversi da quelli agricoli"

PALERMO - "Mangano di cavalli e di coltivazioni non sapeva nulla: ma se guardiamo i suoi numerosissimi precedenti penali, gli interessi che coltivava erano di tutt'altra natura rispetto a quelli agricoli". Questo il nocciolo della requisitoria del processo al senatore Marcello dell'Utri, per concorso esterno in associazione mafiosa. E' il procuratore generale Antonino Gatto a sostenere come "Mangano fu assunto ad Arcore per interessi diversi da quelli ufficiali".

 

Da Palermo fino alla Brianza, nella villa di Silvio Berlusconi, sembra una strada troppo lunga: "Davvero dall'estremo nord ci si dovette spostare a Palermo per trovare una persona che non conosceva la zona e le coltivazioni brianzole?" si chiede Gatto, davanti alla seconda sezione della Corte di appello di Palermo.

 

Dell'Utri, condannato in primo grado a nove anni di carcere, non era in aula. C'erano i suoi avvocati difensori Nino Mormino, Giuseppe Di Peri e Pietro Federico.

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -