Processo Tucker, in un video l'incubo delle vittime

Processo Tucker, in un video l'incubo delle vittime

Schiaffi, umiliazioni, maltrattamenti e pianti. Nella nuova puntata del processo “Tucker” è stato il giorno della proiezione di un filmato, frutto di un’intercettazione ambientale dei finanzieri del giugno del 2002, non riproducibile. Le toccanti immagini, seppur poco chiare, servono all’accusa per confermare le testimonianze delle persone che sono sfilate in aula nelle scorse udienze. Il video fa riferimento ad un ‘seminario’ che si svolse nell’agriturismo Ficulle (Terni).


L’INCONTRO – Nel video si vedono una ventina di affiliati che si erano ritrovati nell’agriturismo Ficulle (Terni) per i seminari organizzati dall’azienda del ‘tubo’ per migliorare e approfondire le tecniche di vendita. Le immagini rubate dalla telecamere nascosta raccontano di un incontro che era cominciato con una sorta di giuramento mistico in cui i presenti si impegnavano a non diffondere i contenuti degli incontri. Subito dopo gli aspiranti venditori furono indotti a rilevare le loro paure ed intimità (parte proiettata velocemente dal pm Marino Cerioni). Quindi Mirco Eusebi, titolare della Tucker (difeso dagli avvocati Stefano Caroli e Gian Paolo Colosimo), invitò una donna a sdraiarsi, incitando gli altri presenti a calpestarla come faceva lui. Un’umiliazione che si concluse con un lungo pianto della donna e a cui seguì un lungo applauso nelle note di “Vangelis”, tratte dal film “Momenti di gloria”. Poi fu il turno di un uomo che, dopo aver confessato un tradimento, venne legato ad una colonna e schiafeggiato. Ma non finì qui. Una donna venne costretta ad urlare “Io vivo la mia vita”, con la croce alle spalle mentre gli altri la schernivano. C’era anche chi non riuscì a reggere a questa escalation di crudeli emozioni e venne accompagnato fuori per riprendersi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

STRISCIA LA NOTIZIA IN AULA - In aula, vestito da bianco, c’era anche l’inviato di “Striscia la Notizia” Moreno Morello. Dal tg satirico c’era una richiesta di proiezione del filmato delle violenze, che è stata respinta dalla corte riminese.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -