Profughi, l'Emilia-Romagna ne ha già accolti quasi 700

Profughi, l'Emilia-Romagna ne ha già accolti quasi 700

Profughi, l'Emilia-Romagna ne ha già accolti quasi 700

Centocinquanta migranti arrivati al porto di Genova, provenienti da Lampedusa, sono stati accompagnati e accolti in queste ultime ore in Emilia-Romagna da funzionari e volontari della Protezione civile regionale. I migranti hanno trovato un'adeguata sistemazione nelle Province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna e Forlì-Cesena. Fino ad oggi sono stati accolti nella nostra regione 660 migranti. Venerdì in arrivo altre 40 persone.

 

Il tutto nel rispetto del criterio della proporzionalità, in base a quanto stabilito dal piano di accoglienza messo a punto dalla cabina regionale di regia per l'emergenza profughi, presieduta dal sottosegretario alla giunta Alfredo Bertelli e costituita dagli assessori alla Protezione civile (Paola Gazzolo) e Politiche sociali (Teresa Marzocchi), e dai rappresentanti di Province, Comuni e Comunità montane.

 

Fino a oggi in Emilia-Romagna sono stati accolti 660 migranti; per domani è previsto un nuovo arrivo, di altre 40 persone, in linea con il piano di assegnazioni stabilito dal Dipartimento nazionale della Protezione civile che ha fissato a 840 la quota-obiettivo per la Regione Emilia-Romagna, su un totale complessivo di 10 mila profughi a livello nazionale. L'Agenzia regionale di Protezione civile, in stretto raccordo con la cabina di regia e con le Prefetture, gli enti locali, la Caritas e gli enti diocesani dell'Emilia-Romagna, sta seguendo l'organizzazione di tutti gli aspetti dell'accoglienza: dal trasferimento dai porti di sbarco al centro logistico regionale di Protezione civile a Bologna, alla prima assistenza - con l'aiuto degli intermediatori culturali - allo spostamento verso le province di assegnazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -