Proposta choc di Confedilizia: "Sì agli immobili autogestiti dalle prostitute"

Proposta choc di Confedilizia: "Sì agli immobili autogestiti dalle prostitute"

Proposta choc di Confedilizia: "Sì agli immobili autogestiti dalle prostitute"

Le case alle prostitute? Perché no. Confedilizia Emilia-Romagna interviene sul dibattito che si è aperto in questi giorni dopo l'approvazione da parte del governo del decreto che introduce pene severe per le meretrici e per i loro clienti, lanciando una proposta che sa anche di provocazione, ossia quella di "pianificare immobili autogestiti da prostitute" a condizione che queste paghino tutto ciò che c'è da pagare: "tasse, imposte e contributi come qualsiasi altro contribuente".

 

Confedilizia fa notare che una proposta simile è già contenuta anche in un disegno di legge presentato in Parlamento "per tutelare i proprietari dal fenomeno della prostituzione, dilagante a Bologna e in Emilia-Romagna". La presidente di Confedilizia regionale, Elisabetta Brunelli Monzani, spiega che i proprietari sono "favorevoli ad una pianificazione di immobili autogestiti dalle prostitute".

 

Sempre che le lucciole, "oltre a soddisfare esigenze private contribuiscano al pagamento degli oneri per i servizi pubblici, come qualsiasi altro contribuente". Non dovranno poi mancare, sottolinea Confedilizia, "controlli sanitari" e, "stante la tipologia di attività esercitata", non si devono "recare molestie ai condomini".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In attesa che questa proposta, non certo ‘leggera', diventi realtà, Confedilizia fa sapere alla Guardia di finanza che "sarebbe opera semplice" rintracciare le prostitute che esercitano in appartamento: basta prendere gli annunci pubblicati su quotidiani e su tanti portali internet appositamente creati a questo scopo. 

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Marco
    Marco

    Secondo me i politici ce li hanno fin troppo aperti gli occhi su questa realtà... ricordate le foto di tal Sircana (mentre 'parlava' con un viados...)? E Cosimo Mele (festino a basso di sesso e coca con due prostitute)?

  • Avatar anonimo di PIERO
    PIERO

    Mi sembra giusto, è ora che i politici aprano gli occhi su questa realtà.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -