Prostituzione a domicilio a Valverde, cinese a processo

Prostituzione a domicilio a Valverde, cinese a processo

Prostituzione a domicilio a Valverde, cinese a processo

Era stato arrestato il giorno dell'Epifania a Bari dalla Polizia poiché ritenuto il capo di un giro di prostituzione a ‘domicilio' stroncato la scorsa estate dal personale del presidio di polizia di Cesenatico. E' iniziato nel tribunale di Cesena il processo a Wang Youping, cinese di 39 anni, con le accuse di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. Durante l'udienza è stata ascoltata tra gli altri la proprietaria dell'abitazione concessa in affitto al cinese.

 

La donna ha indicato l'indagato come firmatario del contratto d'affitto. L'ordinanza di custodia cautelare in carcere era stata firmata dal gip Michele Leoni su richiesta del pubblico ministero Marco Forte. Il cinese, latitante in Francia per un breve periodo, era stato arrestato il giorno dell'Epifania a Bari dagli agenti della locale Squadra Mobile.

 

Le indagini scattarono in seguito alla verifica di una prostituta cinese in un appartamento di via Gianbologna, a Valverde di Cesenatico. Secondo quanto appurato dalle forze dell'ordine, il 39enne, un ambulante di generi alimentari, ‘reclutava' connazionali da avviare alla prostituzione a ‘domicilio'.

 

I clienti, nella maggior parte dei casi di Cesena e Cesenatico, venivano adescati non solo attraverso inserzioni su giornale ma anche in spiaggia. Faceva parte dell'organizzazione anche la moglie, la 32enne Z.Y. le sue iniziali, che si occupava di prendere le chiamate dei clienti. La donna era stata iscritta nel registro degli indagati.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -