Pugno a carabiniere, arresto convalidato per Seba Rossi. Processo il 23 maggio

Pugno a carabiniere, arresto convalidato per Seba Rossi. Processo il 23 maggio

Pugno a carabiniere, arresto convalidato per Seba Rossi. Processo il 23 maggio

FORLI' - Il giudice del tribunale di Forlì, Massimo De Paoli, ha convalidato l'arresto dell'ex portiere del Milan Sebastiano Rossi, arrestato nel cuore della nottata tra sabato e domenica a Cesena per aver colpito con un pugno al volto un maresciallo dei carabinieri in borghese in un bar sotto i portici di corso Garibaldi. La difesa dell'ex calciatore ha chiesto ed ottenuto i termini a difesa: la prossima udienza è stata fissata per la mattinata del 23 maggio, sempre a Forlì.

 

>IN ESCLUSIVA LE IMMAGINI DELLA RISSA

 

Gli avvocati difensori dell'ex milanesta, Marco Martinez e Alessandro Sintucci, avranno così una settimana di tempo per studiare le carte processuali e definire la strategia. Al termine dell'udienza, arrivata poco prima delle 14, Rossi è tornato in libertà secondo quanto disposto dal giudice. A rappresentare l'accusa il pm Francesco Buzzi. All'esterno dell'aula di giustizia erano numerosi i giornalisti ed i reporter in attesa della decisione del giudice. L'ex portiere del Milan, 47 anni, accusato di aggressione e minacce a pubblico ufficiale, ha chiesto scusa ai titolari del bar e al militare.

 

Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, Rossi era entrato in un bar del centro di Cesena con un sigaro acceso, ordinando un caffè. Quando però la cameriera lo ha invitato a uscire dal locale per il divieto di fumo nei locali pubblici, l'ex portiere del Milan ha rivolto a lei e al titolare degli insulti, rifiutandosi di uscire. A quel punto è intervenuto il carabiniere, libero dal servizio, che aveva assistito alla scena.

 

Il militare si è qualificato ed ha invitato Rossi ad uscire dal locale. Ma l'ex calciatore ha risposto, insultandolo e poi minacciato. All'ennesimo invito ad uscire dal bar, Rossi ha sferrato un pugno sulla bocca del carabiniere, che però è poi riuscito a immobilizzare l'ex calciatore. Quindi sono scattate le manette. Subito dopo l'aggressione il maresciallo si è recato al pronto soccorso dove gli sono stati applicati dei punti in bocca. Per Rossi la temporanea detenzione nella caserma della Compagnia carabinieri di Cesenatico.


Commenti (5)

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    caro Dalladario, prima di scrivere, impara a leggere! La mia è una forma di perplessità, non una lamentela e sono perplesso perchè, nonostante la convalida dell'arresto e nonostante i precedenti dell'imputato ( peraltro già accusato e condannato con sentenza definitiva), rossi può attendere il processo comodamente a casa sua e senza alcun obbligo domiciliare. Lei non è perplesso? Beato Lei (appunto...)

  • Avatar anonimo di Dalladario
    Dalladario

    caro Gim prima di parlare leggi ? si parla di " arresto " convalidato , quindi di che ti lamenti ?

  • Avatar anonimo di StefanoA
    StefanoA

    Strano che il grande Seba sia così manesco e irascibile.... forse è anche per questo che non è mai stato convocato in nazionale...? :-)

  • Avatar anonimo di Alessandro
    Alessandro

    concordo con Gim

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    INFORMIAMO...... dopo che il carabiniere si è qualificato, l'..bip ha continuato a fare il prepotente, arrivando a colpire con un pugno il militare dell'Arma. A questo punto il maresciallo a preso con DUE dita il polso dell'..bip, lo ha atterrato e con l'altra mano ha tranquillamente avvertito la pattugglia più vicina. Come andrà a finire??? Avessi dato io un pugno in faccia ad un Carabiniere a quest'ora sarei in galera....MAH!!!!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -