Pugno a un carabiniere, Seba Rossi davanti al giudice a Forlì

Pugno a un carabiniere, Seba Rossi davanti al giudice a Forlì

Pugno a un carabiniere, Seba Rossi davanti al giudice a Forlì

FORLI' - C'è grande attesa al tribunale di Forlì per la sentenza del processo per direttissima che vede imputato l'ex portiere del Milan, Sebastiano Rossi, arrestati nella nottata tra sabato e domenica per aver colpito con un pugno al viso un maresciallo dei carabinieri in borghese in un bar del centro di Cesena, sotto i portici di corso Garibaldi. Rossi, prima dell'udienza, ha trascorso la nottata in una cella di sicurezza, nella caserma della Compagnia carabinieri di Cesenatico.

 

Al sottufficiale, che è riuscito a bloccare l'ex portiere, sono stati applicati al pronto soccorso alcuni punti di sutura alla bocca ed è stato giudicato guaribile in una settimana. Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, Rossi era entrato nel bar con un sigaro acceso e ha ordinato un caffè. Quando però la cameriera lo ha invitato a uscire dal locale per il divieto di fumo nei locali pubblici, l'ex portiere del Milan ha rivolto a lei e al titolare degli insulti, rifiutandosi di uscire.

 

A quel punto è intervenuto il carabiniere, libero dal servizio, che aveva assistito alla scena. Il militare si è qualificato ed ha invitato Rossi ad uscire dal locale. Ma l'ex calciatore ha risposto, insultandolo e poi minacciato. All'ennesimo invito ad uscire dal bar, Rossi ha sferrato un pugno sulla bocca del carabiniere, che però è poi riuscito a immobilizzare l'ex calciatore. Quindi sono scattate le manette.

 

Rossi è arrivato in tribunale poco prima delle 12.25 per presentarsi al giudice De Paoli. A quanto pare è prevista solo la convalida dell'arresto. Gli avvocati difensori del portiere sarebbero intenzionati a chiedere lo slittamento del processo. Rossi sarebbe intenzionato a risarcire la parte lesa. Questo potrebbe comportare una riduzione della condanna. All'esterno dell'aula di giustizia sono numerosi i giornalisti ed i reporter che attendono la decisione del giudice.  

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -