Punizioni e violenze, scoperta a Enna una comunità-lager

Punizioni e violenze, scoperta a Enna una comunità-lager

ENNA – Una comunità per minori trasformata in una sorta di lager: è quello di cui sono accusati Olimpia Arangio, 36 anni, e Mario Marasa' di 33, rispettivamente responsabile e vice del centro “Quadrifoglio” di Enna.


Secondo quanto è trapelato, all’interno della comunità (dove sono ospitati anche ragazzi disabili) i bambini venivano sottoposti a punizioni continuate e violente corporali (schiaffi, punture con spilli) e psicologiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre i due responsabili sono indagati per violenza privata nei confronti di alcuni dei dipendenti della casa alloggio per averli obbligati, con minacce di licenziamento, a fatturare alcune loro spese private a nome del della società che gestisce la comunità, al fine di usufruire di vantaggi fiscali.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -