Questura di Rimini, il Comune: "Si vada per vie legali"

Questura di Rimini, il Comune: "Si vada per vie legali"

RIMINI - Anche l'Amministrazione comunale di Rimini interviene in merito alla questione della nuova Questura di Rimini. "Tutti i partecipanti hanno cercato di far capire al privato che non è più possibile rimandare la soluzione al problema - informa il Comune dopo il vertice di martedì mattina - invitandolo a dar esecuzione all'accordo firmato dalla società DaMa stessa nel 2005, per un canone concordato in 3.366.000 annui, che il Ministero ha formalmente accettato".

 

"Di fronte all'incomprensibile atteggiamento negativo della proprietà, l'Amministrazione comunale di Rimini ha chiesto al Prefetto e Questore che il Ministero proceda per le vie legali - spiega ancora il Comune - all'acquisizione dello stabile in esecuzione degli atti già firmati da DaMa nel 2005. L'edificio della nuova Questura, infatti, è terminato e non si vedono le ragioni per le quali il Ministero non ne chieda l'immediata disponibilità, dopo anni di contatti fra Ministero stesso, prefetti e questori con la società DaMa".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'Amministrazione comunale di Rimini si riserva di mettere in essere ogni atto formale a tutela dell'interesse dei cittadini riminesi - fa sapere ancora il Comune -. L'Amministrazione comunale è vicina al Questore di Rimini e ai lavoratori della Questura per le difficili condizioni nelle quali fino ad oggi sono stati costretti a lavorare a causa di un atteggiamento deprecabile e inspiegabile del privato".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -