Raccolta dei rifiuti elettronici, l'Emilia-Romagna tra le più virtuose

Raccolta dei rifiuti elettronici, l'Emilia-Romagna tra le più virtuose

Raccolta dei rifiuti elettronici, l'Emilia-Romagna tra le più virtuose

Con 26.722 tonnellate di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee) raccolti, l'Emilia-Romagna si colloca anche nel 2010 al secondo posto in Italia, con un incremento del 14% rispetto ai dati 2009. Primato assoluto, invece, per quanto riguarda la rete di raccolta: il 100% della popolazione residente è infatti servita dai 366 centri di raccolta (25 in più rispetto all'anno precedente). È quanto emerge dal dossier 2010 realizzato dal Centro di coordinamento Raee insieme alla Regione Emilia-Romagna

 

Dossier che è presentato giovedì dall'assessore all'ambiente Sabrina Freda e dal direttore generale del centro di coordinamento Raee Fabrizio Longoni.

 
"Si tratta di ottimi risultati che confermano che i cittadini dell'Emilia-Romagna sono sensibili ai temi ambientali e, quindi, anche della raccolta differenziata", ha sottolineato l'assessore Freda. "Un risultato possibile anche grazie agli interventi previsti dalla Regione con i Piani di azione ambientale e alla rete capillare di stazioni ecologiche. I dati sono molto positivi per ciò che riguarda la raccolta dei grandi elettrodomestici e delle tv; ora occorre mettere in campo ulteriori strategie per incrementare anche la raccolta dei piccoli elettrodomestici e delle lampadine, coinvolgendo la rete della vendita".
L'assessore ha, infine, ricordato l'iniziativa "portata avanti insieme agli Istituti penitenziari di Bologna, Ferrara e Forlì, i Consorzi Ecolight ed Ecodom, il gruppo Hera e le agenzie di formazione professionale Techne, Cefal ed Enaip, e che prevede diversi laboratori in cui i detenuti trattano i Raee per favorirne il recupero e il riciclo".


"Con il dossier dedicato all'Emilia Romagna - ha detto Longoni - abbiamo voluto fornire un quadro completo e dettagliato degli ottimi risultati ottenuti in regione, come in tutte le province, da un sistema consolidato e che sta svolgendo un lavoro eccellente. Il 2010 è stato un anno importante per il sistema di raccolta nazionale con il raggiungimento della soglia europea del 4 kg per abitante. Come si può leggere nel report l'Emilia-Romagna ha superato di ben 2 kg per abitante la media nazionale. Questo è un esempio da seguire per altre regioni italiane, in cui il sistema non è ancora a pieno regime e in cui ci sono ampi margini di miglioramento. Nello stesso tempo ci auguriamo che la regione Emilia-Romagna continui a percorrere questa strada per raggiungere risultati ancora migliori". 
Nel dettaglio i rifiuti elettrici ed elettronici raccolti sono passati dalle 23.047 tonnellate del 2009 a quasi 27 mila tonnellate nel 2010. I risultati sono lusinghieri anche per quanto riguarda le quantità raccolte pro-capite: il valore annuo di 6,08 Kg per abitante (contro una media di 4,07 kg) pone la regione al quarto posto in Italia.

 


Le tipologie raccolte in regione
Il raggruppamento più raccolto in Emilia-Romagna è l'R3 (tv e monitor) con 8.814 tonnellate, seguito dalle 8.133 tonnellate di Raee facenti parte del raggruppamento R2 (i grandi bianchi, cioè lavatrici, lavastoviglie, stufe, forni).
Per quanto riguarda le apparecchiature refrigeranti (R1) sono 6.071 le tonnellate raccolte. Minori le quantità di R4 (piccoli elettrodomestici) con 3.599 tonnellate e R5 (sorgenti luminose) con 104 tonnellate.

 

I dati per provincia


Bologna
In provincia di Bologna, nel 2010, sono state raccolte complessivamente 5.758 tonnellate di rifiuti elettrici ed elettronici (rispetto alle 4.948 tonnellate del 2009) grazie soprattutto ai 4.765 ritiri effettuati dai sistemi collettivi che gestiscono il trattamento e il recupero dei Raee. 
I centri di raccolta sono aumentati di 12 unità passando da 54 a 66. Il raggruppamento più raccolto appartiene all'R3 (36% del totale).

 


Ferrara
Nel 2010, a Ferrara sono state raccolte complessivamente 2.086 tonnellate di Raee, attraverso un totale di 958 ritiri svolti dai sistemi collettivi. Il 34% del totale dei rifiuti raccolti è del raggruppamento R3. Sono 12 i centri di raccolta.

 


Forlì-Cesena
Sono 1.830 le tonnellate di Raee raccolti nella provincia di Forlì-Cesena, nel corso del 2010. 
Nei 23 centri di raccolta presenti sono stati effettuati 1.037 ritiri dai sistemi collettivi. Il raggruppamento più raccolto è R3 (31% del totale).

 


Modena
In provincia di Modena la raccolta complessiva nel 2010 è stata pari a 4.478 tonnellate. Attraverso la rete dei centri di raccolta, passati da 57 a 64, sono stati effettuati 4.710 ritiri.
La raccolta media pro-capite è superiore alla media regionale e pari a 6,45 kg per abitante. Il 36% del totale dei rifiuti raccolti è del raggruppamento R2.

 


Parma
Sono 2.918 le tonnellate di Raee raccolti nel 2010 in provincia di Parma e 49 i centri di raccolta. 
I sistemi collettivi hanno effettuato 2.244 ritiri e la raccolta pro-capite è pari a 6,67 kg per abitante, la più alta della regione. Il raggruppamento più raccolto è l'R2 (32%).

 


Piacenza
Ammontano a 1.823 tonnellate i rifiuti elettrici ed elettronici raccolti nel 2010 in provincia di Piacenza. Nei 39 centri di raccolta, i sistemi collettivi hanno effettuato 1.006 ritiri.
Il Raggruppamento R3 è al primo posto nella ripartizione dei Raee con 39% sul totale. La raccolta media pro-capite è superiore alla media regionale e pari a 6,33 kg per abitante

 


Ravenna
I Raee raccolti nel 2010 nel ravennate sono 2.555 tonnellate. Nei 30 centri di raccolta sono stati effettuati 2.282 ritiri. 
Tra le migliori della regione la media pro-capite di raccolta, pari a 6,56 kg per abitante. Il raggruppamento più raccolto è l'R3 (35%).

 


Reggio Emilia
La provincia di Reggio Emilia ha 66 centri di raccolta, presso cui sono stati effettuati 3.833 ritiri. 
Il quantitativo di Raee raccolti complessivamente nel 2010 è di 3.431 tonnellate.
La raccolta pro-capite è pari a 6,53 kg per abitante, superiore alla media della regione. Il raggruppamento R2 è il più raccolto e rappresenta il 38% del totale.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Rimini
Nel 2010 sono 1.841 tonnellate i Raee conferiti nei 17 centri di raccolta. 
Sono stati 1644 i ritiri effettuati dai sistemi collettivi.
Il 30% del totale dei rifiuti raccolti è del raggruppamento R3.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Giancarlo Romanini
    Giancarlo Romanini

    4 kg per abitante è l'OBBIETTIVO MINIMO che l'Italia avrebbe dovuto raggiungere nel 2010. La norma europea definisce "first class" i paesi che nel 2010 raccolgono oltre 10 kg/ab, "businness class" quelli che raccolgono più di 6 kg/ab e "economy class" quelli che stanno sotto i 6 kg/ab. Quindi, come sempre, siamo i meglio...dei peggio. Facile fare bella figura, se il termine di paragone è l'Italia!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -