Raccolta differenziata, Cesenatico sperimenta la isole ecologiche interrate

Raccolta differenziata, Cesenatico sperimenta la isole ecologiche interrate

Raccolta differenziata, Cesenatico sperimenta la isole ecologiche interrate

CESENATICO - Il Comune di Cesenatico installa la prima isola ecologica interrata su territorio provinciale. I benefici per l'uomo e per l'ambiente sono: pulizia, funzionalità, ordine e decoro sulle strade. Non si avranno più odori sgradevoli provocati da liquami fuoriusciti dai sacchi, non sarà possibile bruciare cassonetti e cumuli di spazzatura. Un modo differente per risolvere i problemi inerenti la gestione della raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani.

 

Insieme a Eco Top Line, azienda del territorio di Cesenatico da tempo impegnata in iniziative volte a salvaguardare l'uomo e l'ambiente e finalizzate al miglioramento della qualità della vita, e in collaborazione con Mondini Engineering di Lugano, il Comune attiverà la sperimentazione della prima isola ecologica interrata nel centro storico.

 

"La salvaguardia e l'attenzione a queste problematiche è un preciso dovere di tutti e dobbiamo dare il nostro contributo per conseguire il comune obiettivo - dichiara la società incaricata di fornire il nostro comune delle prime isole ecologiche interrate. Da scrupolose indagini istruttorie e conoscitive si può facilmente constatare, relativamente ai rifiuti solidi urbani, che il problema non è mai considerato nella sua totalità; l'attenzione generale è rivolta allo smaltimento ed alla differenziazione dei rifiuti trascurando un aspetto fondamentale, la prima fase, i primi anelli della catena. Gli attuali sistemi di raccolta, dal più moderno porta a porta al classico con i cassonetti, grandi o piccoli, sulle strade presentano lo stesso medesimo limite: i rifiuti restano in attesa di essere raccolti per ore, a volte anche per giorni, mentre il processo di decomposizione inizia il suo percorso con l'effetto di creare la fermentazione dei liquami con odori sgradevoli che durante l'estate, sotto le calde temperature, si amplificano ulteriormente. Nel nord Europa da tempo stanno utilizzando diversi sistemi con contenitori interrati mentre nel sud Europa solo ora si sta lavorando in questa direzione".

 

Per risolvere i problemi inerenti la gestione della raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani, in linea generale si basa sull'ottimizzazione del sistema di raccolta differenziata, in quanto permette: un miglioramento del servizio e una sensibile riduzione dei costi gestionali oltre a quelli relativi alla fase di smaltimento differenziato dei rifiuti. Il tutto con un sistema di vuotatura facilmente e perfettamente integrabile a quelli di raccolta tradizionali attualmente in uso.

 

Questa si prospetta a lungo termine la soluzione migliore per prevenire:

• Rischi di tipo ecologico ed ambientale

• Salvaguardare la salubrità sia pubblica che in ambito lavorativo

• Migliorare l'impatto ambientale

• Riqualificare l'arredo urbano

 

Il prodotto, che verrà fornito gratuitamente da Eco Top Line su brevetto degli svizzeri Mondini Engineering sarà posizionato in un punto del centro storico di Cesenatico e sarà costituito da:

 

una vasca interrata, costituita da un unico blocco monolitico a tenuta stagna;

 

una piattaforma di sicurezza, costituita da pedana provvista di portello d'ispezione in lamiera zincata denominata "Secur Sure" calpestabile con una portata di Kg.500 e azionata da due contrappesi interni, guidata da cavi in acciaio scorrevoli su carrucole in teflon, che con l'estrazione del contenitore si solleva automaticamente sino al livello del terreno, bloccandosi meccanicamente sui quattro angoli, evitando così il pericolo di cadute;

 

un contenitore estraibile. Le ante che fanno da fondo al contenitore sono sagomate in modo da trattenere eventuali liquidi rilasciati dai rifiuti introdotti o dal processo di fermentazione degli stessi per un totale di circa 120 litri.La parte esterna del contenitore basamento della colonnina è realizzata in alluminio antisdrucciolo (in opzione rivestimento in caucciù antisdrucciolo nero o colorato) costruita a raggio in modo da avere il punto centrale leggermente più alto rispetto agli spigoli, per permettere il deflusso dell'acqua e una maggiore resistenza contro i possibili colpi causati involontariamente durante la fase di vuotatura. Il contenitore, il basamento e la colonnina formano un unico blocco. La tenuta strutturale del contenitore è garantita per Kg. 1200. La capacità di portata varia da mc. 3,5 per il vetro a mc. 5,00 per i restanti rifiuti come Plastica, Carta, Alluminio e RSU; 

 

la colonnina esterna è realizzata in lamiera zincata a caldo e possiede una serie di accorgimenti tecnici sulla superficie della stessa che permettono il deflusso dell'acqua verso l'esterno. La bocca di conferimento in acciaio inossidabile impedisce la comunicazione diretta tra il contenitore interrato e l'esterno, rappresentando un efficiente sistema di sicurezza anti intrusione; l'apertura della colonnina è "hand free" ed avviene con pressione del piede sul pedale ricoperto di lamiera striata antisdrucciolo, o mediante la presenza di una maniglia in acciaio antiscasso posta sulla parte laterale della colonnina ad uso di persone disabili o con problemi locomotori e mantenendo così condizioni di massima igiene. All'interno della colonnina può essere collocata una pastiglia deodorante di lunga durata, circa 6 mesi, che agisce ad ogni apertura profumando l'ambiente circostante intervenendo più energicamente quando la temperatura esterna supera i 35 gradi.

 

La vuotatura dei contenitori avviene senza alcun contatto tra l'operatore ed i rifiuti, con comando a distanza si aggancia la colonnina poi si procede al sollevamento del contenitore ed infine si effettua la vuotatura direttamente all'interno dell'autocarro compattatore utilizzato per la raccolta.

 

I benefici per l'uomo e per l'ambiente sono: pulizia, funzionalità, ordine e decoro sulle strade. Non si avranno più odori sgradevoli provocati da liquami fuoriusciti dai sacchi, non sarà possibile bruciare cassonetti e cumuli di spazzatura. Inoltre gli operatori addetti alla raccolta inoltre potranno svolgere il loro lavoro in un ambiente adeguatamente salubre e in condizioni igieniche più sicure.

 

Le postazioni dotate di contenitori interrati saranno dotate di un contenitore per il secco non riciclabile (indifferenziato); uno per il secco riciclabile, e uno per l'umido. La realizzazione di diverse postazioni di quartiere (isole ecologiche), dovranno essere distanti tra loro meno di 300 metri, per la raccolta di tutte le principali frazioni di rifiuti riciclabili quali plastica e simili, carta e cartone, vetro e lattine alluminio, sempre utilizzando contenitori interrati, mentre il loro posizionamento avverrà su aree pubbliche, slarghi e/o aree parcheggio (n 2/3 contenitori occupano lo spazio di un posto auto e sostituiscono la capienza di circa 18 cassonetti stradali).

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per perseguire l'obiettivo di migliorare costantemente la qualità della vita dei nostri concittadini occorre la coesione tra tutte le parti, la sinergia tra una Amministrazione Pubblica dinamica, attenta, pronta a recepire nuove soluzioni volte al miglioramento della qualità della vita e la responsabile partecipazione di tutta la cittadinanza. Contribuire al raggiungimento di questo obiettivo, grazie anche alla collaborazione attenta di un'azienda locale come Eco Top Line, è un obbligo ed un dovere dell'intera collettività. Cesenatico per prima sul territorio provinciale - dichiara il sindaco Nivardo Panzavolta - sperimenta le isole ecologiche interrate in una zona del centro storico della nostra città, dimostrando ancora una volta la particolare attenzione per l'ambiente e per la salubrità dei cittadini, in accordo con Hera e Ato. Questo primo esperimento vuole essere all'avanguardia con le nuove tecnologie a tutela dell'ambiente e della salute delle persone. Un primo passo verso una nuova dimensione di città più vicina ai cittadini e ai loro bisogni, più attenta all'ambiente e alla vivibilità dei cittadini con un nuovo sistema di raccolta che crea sinergie tra razionalità ed efficienza del servizio e risparmio di risorse. ".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -