Ravenna: 120-150 famiglie rischiano di rimanere senza scuola materna

Ravenna: 120-150 famiglie rischiano di rimanere senza scuola materna

Ravenna: 120-150 famiglie rischiano di rimanere senza scuola materna

RAVENNA - In provincia di Ravenna ci saranno tra i 90 e i 95 docenti in meno, equamente "tagliati" da scuola materna ed elementare. Lo riferisce il provveditore Giancarlo Mori, al termine di un'assemblea tenutasi mercoledì all'Itis di Ravenna. Il taglio deriva da un ragionamento fatto dall'ufficio scolastico provinciale sul rapporto fra alunni e classi, che comporta un aumento di 3 o 4 studenti sia per attivare una nuova classe che per sdoppiarne una gia' esistente.

 

La situazione piu' grave e' quella della scuola dell'infanzia: sono si' confermate tutte le sezioni aperte finora, ma mancano le risorse per il completamento (11 posti) e rischiano il blocco le nuove sezioni che i Comuni hanno gia' attrezzato a ricevere i bimbi, predisponendo liste d'attesa. Si

tratta di 6 sezioni, cioe' 12 docenti, per cui l'Ufficio scolastico regionale rimanda all'eventuale integrazione degli organici di fatto tra giugno e luglio.

 

"Su questo mi risulta difficile essere ottimista- commenta l'assessore provinciale Simoni- se non arriveranno i soldi dal ministero e' impensabile che i Comuni trovino le risorse per attivare nuove scuole comunali per l'infanzia, rischiamo di avere tra le 120 e le 150 famiglie che non potranno mandare i figli alla scuola per l'infanzia". Per questo si continuera' a lavorare con la Regione  perche' al Governo arrivi il messaggio "che questa regione non e' sprecona e che non rinuncera' a quest'offerta formativa e a questa scuola".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -