Ravenna, 200 dipendenti della Provincia in presidio in Piazza Caduti

Ravenna, 200 dipendenti della Provincia in presidio in Piazza Caduti

Ravenna, 200 dipendenti della Provincia in presidio in Piazza Caduti

RAVENNA - Erano circa duecento, secondo le organizzazioni sindacali, i dipendenti della Provincia di Ravenna che mercoledì mattina si sono riuniti in piazza Caduti per un presidio organizzato da Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl. I lavoratori hanno manifestato mentre era in corso la seduta della giunta provinciale che avrebbe dovuto approvare la riduzione dei fondi destinati alla contrattazione integrativa dei dipendenti. Durante il presidio è stata divulgata una lettera aperta.

 

Destinatari presidente della Provincia, Francesco Giangrandi, e Giunta, con la quale, hanno scritto i sindacati in una nota "si stigmatizzano gli esiti negativi degli ultimi confronti con la Direzione e le conseguenti responsabilità". I sindacati accusano il presidente della Provincia di aver "certificato il totale raggiungimento degli obiettivi da parte del Direttore Generale, il responsabile della legittimità tecnico-amministrativa degli atti contestati dalla Ragioneria Generale dello Stato, con la conseguente liquidazione di oltre 60mila euro di incentivi".

 

La Rsu e le organizzazioni sindacali hanno evidenziato "l'incapacità di questa amministrazione di adottare politiche di gestione del personale e scelte organizzative adeguate per il migliore funzionamento della Provincia, rimarcando la condizione di emergenza in cui la nuova amministrazione dovrà affrontare le tematiche del personale, a partire dalla necessità di assumere scelte nette, sia in termini di governo politico, sia in termini di competenze tecniche e gestionali".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -