Ravenna, 300mila euro per l'estensione della pista ciclo-pedonale di Marzeno

Ravenna, 300mila euro per l'estensione della pista ciclo-pedonale di Marzeno

Ravenna, 300mila euro per l'estensione della pista ciclo-pedonale di Marzeno

RAVENNA - Prosegue l'iter procedurale del progetto di estensione della pista ciclo-pedonale di Marzeno per un importo complessivo di 300mila euro. L'intervento prevede il proseguimento, per altri 150 metri, del percorso ciclo-pedonale lungo la sp16 "Marzeno", dall'attuale incrocio con la via Neri fino al cimitero. "In questo modo - precisa l'assessore provinciale ai lavori pubblici Marino Fiorentini - si completa un tracciato riservato a pedoni e ciclisti, per una lunghezza complessiva di circa 900 metri"

 

Il percorso attraversa l'intero centro urbano, consentendo di portare a compimento il programma di messa in sicurezza della viabilità "debole", all'interno dell'abitato di Marzeno.

 

Il tracciato prevede un nuovo attraversamento pedonale della provinciale in corrispondenza della Chiesa di Marzeno che sarà servito da un impianto semaforico "a chiamata", che permetterà l'attraversamento pedonale a richiesta in condizioni di maggior sicurezza.

 

"Analogamente - aggiunge Fiorentini - per rafforzare le misure di sicurezza per l'utenza "debole", si prevede di intervenire anche in corrispondenza dell'esistente attraversamento pedonale, di fronte al bar di Marzeno, mediante l'installazione di un secondo impianto semaforico "a chiamata". Entrambi i passaggi pedonali saranno assistiti da specifica propria illuminazione. In entrata e uscita dal centro urbano il progetto prevede ulteriori elementi di preavviso, costituiti da segnaletica verticale luminosa, montati su pannelli, con lo scopo di moderarazione della velocità di percorrenza delle vetture."

 

Dopo aver ottenuto il parere favorevole della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Ravenna, competente in merito agli interventi in prossimità della Chiesa parrocchiale di Marzeno, il progetto esecutivo, redatto dai tecnici della Provincia, è stato approvato in settembre.

Subito dopo il nullaosta della Soprintendenza si è aperta la gara d'appalto per individuare la ditta esecutrice dei lavori. Il bando di concorso si è chiuso il 19 ottobre e, proprio in questi giorni, i tecnici della Provincia stanno vagliando le offerte pervenute.

 

Tra poche settimane la procedura di gara avrà individuato l'aggiudicatario definitivo dei lavori e si potrà finalmente sottoscrivere il contratto d'appalto. I lavori potranno partire con l'avvio del cantiere, il cui completamento è previsto entro i primi mesi del 2011.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -